F1, Sebastian Vettel: “Deluso, nuove qualifiche schifose”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

La Ferrari ha chiuso le qualifiche ottenendo la seconda fila, dietro alle due Mercedes, classificandosi terza con Sebastian Vettel e quarta con Kimi Raikkonen. Il distacco è consistente, però non sappiamo se corrisponde al reale valore del gap tra le monoposto dato che il particolare format delle qualifiche non ha permesso di capire il reale potenziale in pista. Infatti, i ferraristi si sono fermati prima e non hanno fatto un ulteriore giro, che magari li avrebbe proiettati più vicini ai rivali.

Ma sarà importante vedere in gara se la situazione può cambiare. La Ferrari potrebbe avere qualche decimo in più da poter sfruttare per avvicinarsi alle Mercedes. Le strategie possono essere importanti e non è detto che non ci possano essere delle sorprese.

 

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen commentano

Sebastian Vettel ai microfoni di Sky Sport si è così espresso al termine della giornata odierna: “Pensavo di essere un po’ più vicino, però è andata così. Io penso di aver girato bene oggi. All’inizio abbiamo avuto un po’ di difficoltà e abbiamo dovuto usare due set di gomme soft per arrivare al Q3 e non stato l’ideale. Il gap è un po’ più grande rispetto a quello reale, per domani possiamo essere più ottimisti perché penso e spero che saremo più vicini. Comunque ringrazio tutti all’interno del team. Se guardiamo alla situazione in cui eravamo qualche settimana fa, c’è stato un grandissimo passo avanti. Non possiamo essere contenti, ma siamo in seconda fila ed era l’obiettivo minimo. Possiamo creare qualcosa domani in gara, dobbiamo essere concentrati”.

Il pilota tedesco è poi lapidario nel commentare il nuovo format delle qualifiche della Formula1: “Penso che faccia schifo, non penso che bisogna essere sorpresi. Abbiamo visto come sono andate le cose. E’ stata presa la direzione sbagliata, adesso sarà interessante vedere cosa accadrà. Questo non è un asilo in cui giocare con le persone che guardano. Abbiamo visto alla fine della sessione che nessuno era in pista, era un casino riuscire a fare i tempi. Quando saremo a Monaco lo sarà ancora di più, tutti si bloccheranno a vicenda e sarà difficile trovare spazio”.

Questo invece è stato il commento di Kimi Raikkonen: “Le Mercedes oggi sembravano davvero molto veloci, io ho faticato a mandare le gomme in temperatura perché serve tempo. Comunque il quarto posto non è male, non sono troppo deluso. Abbiamo una buona opportunità per fare bene”. Sul nuovo formato della qualifica il finlandese ha esposto le seguenti considerazioni: “Avremmo potuto girare ancora, ma abbiamo deciso di rientrare  per risparmiare le gomme e speriamo che ciò possa tornare utile domani. Sicuramente non è emozionante così. Noi però facciamo quello che ci dicono le regole, sperando di farlo nel modo migliore possibile. Non dipende da noi scegliere”.