MotoGP, Lin Jarvis: “Rapporto gelido tra Rossi e Lorenzo”

Lin Jarvis
Lin Jarvis (©Getty Images)

Il boss della Movistar Yamaha Lin Jarvis è consapevole del fatto che il rapporto tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi è gelido dopo i fatti di Sepang del 2015. Ma in pista non dovrebbero esserci risvolti negativi, anche fa tornare alla mente la rivalità del 2010 e i tempi del muro ai box.

Da allora molte cose sono cambiate nei box del team di Iwata, Valentino è tornato dopo due anni in Ducati da dimenticare e le tensioni si sono placate. Ma la sfida dell’anno scorso, i battibecchi verbali e in pista potrebbero aver alimentato un vecchio fuoco mai spentosi del tutto, anche se Lin Jarvis non crede che la situazione sia irreparabile: “Io non credo che sia lo stesso. Allora si trattava di una dinamica diversa. L’anno scorso sono stati in pista senza problemi l’uno con l’altro – ha detto in un’intervista a Speedweek.com -. Nel 2009 e 2010 è stato diverso. I piloti che si sono davvero scontrati lo scorso anno sono stati Rossi e Marquez”.

D’altronde non converrebbe a nessuno un degenerarsi della situazione e bisognerà tenere gli occhi ben aperti, perchè le scintille di qualche mese fa non sono raffreddate: “Nel rapporto tra il 2008 e il 2010 abbiamo avuto diverse fasi. Come Jorge nel 2008 era l’ultimo arrivato, Valentino era già una stella; questo ha creato una certa dinamica. Quando Jorge stava migliorando tutto è cambiato, soprattutto quando Jorge è diventato Campione del Mondo nel 2010 – ha aggiunto Lin Jarvis -. Ma questo è normale. Quando è tornato nel 2013 è stato ancora una volta diverso, perché Jorge era il re. Anche se Vale non era così competitivo aveva un sacco di fan. Hanno convissuto bene fino a circa il 16° GP l’anno scorso. Fino ad allora, tutto era in armonia. Le ultime tre gare hanno comunque cambiato tutto. Non vi è dubbio che il loro rapporto si è raffreddato da allora. Sono entrambi professionisti e accettano l’un l’altro di essere sia compagni di squadra sia rivali”.