Honda, Daniel Pedrosa: “Yamaha, Suzuki e Ducati più veloci”

Daniel Pedrosa
Daniel Pedrosa (©Getty Images)

Daniel Pedrosa, secondo Livio Suppo, lotterà per il titolo MotoGP 2016 nel campionato che scatterà a Losail in Qatar il 20 marzo. La Honda, però, nei test pre-stagionali ha evidenziato di avere notevoli problemi da risolvere per essere competitiva e non è facile prevedere quali saranno i valori in pista tra meno di dieci giorni.

Il pilota spagnolo ai microfoni del quotidiano Marca ha parlato proprio delle possibilità della casa di Tokio di riconquistare lo scettro iridato: “Non si può mai dire di no. E’ difficile da dire in questo momento, dato che abbiamo visto che Ducati, Suzuki e Yamaha sono più veloci di noi. Non sappiamo il margine degli altri. Sappiamo la nostra situazione e che siamo dietro. Vedremo come ci evolveremo ed evolveranno gli altri”.

Daniel Pedrosa in MotoGP ha corso sempre con la Honda ufficiale, ma non ha mai vinto il titolo. E’ in scadenza di contratto e secondo alcune indiscrezioni potrebbe anche non essere confermato per il 2017. Sul futuro il pilota ha così risposto: “In questo momento sono concentrato sulle corse. Ottenere le migliori prestazioni per me e per la squadra è la cosa più importante. Poi vedremo in seguito se può essere rinnovato il contratto o come andranno le cose. Per il momento dobbiamo cercare di trovare una soluzione per essere competitivi in gara. Questo è quello che devo guardare prima di ogni altra cosa”.

Il team dovrà fare un lavoro importante per consentire a lui e a Marc Marquez di lottare per le prime posizioni. Daniel Pedrosa ha ammesso che sono indietro e che persino Ducati e Suzuki, oltre alla Yamaha, sono più veloci in questo momento. La situazione è parecchio critica, ma in casa Honda non mancano le risorse per risollevarsi. Quindi non ci stupiremmo di vedere la moto competitiva molto presto.