Yamaha, Poncharal: “Rossi e Lorenzo ‘separati’ ai box”

JOrge Lorenzo e Valentino Rossi)
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo possono restare compagni di squadra fino al 2018, nonostante i dissapori maturati al termine della scorsa stagione. A confermare l’ipotesi è il team manager e presidente IRTA Herve Poncharal.

I contratti sono quasi tutti in scadenza, ma lo scenario più plausibile e che i quattro big di Honda e Yamaha rinnovino per un altro biennio con i rispettivi team, dopo di che dovrebbe esserci l’addio di Valentino Rossi al mondo delle corse. Ma la storia ci insegna che nulla è dato per scontato nella MotoGP ed ogni ipotesi resta attendibile.

In molti credono che la tensione ai box Movistar Yamaha possa spingere uno dei due a cambiare strada, Jorge verso Ducati, Rossi verso un addio ‘anticipato’. Ma Poncharal, boss del team Tech3 e quindi uomo Yamaha, ritiene che i due campioni possano convivere ancora a lungo, seppur a malincuore.

“No, non credo che sarebbe un problema per loro continuare a guidare nella stessa squadra. Esistono sempre rivalità tra di loro. L’anno scorso hanno naturalmente avuto una dura lotta… Se si dispone di due driver si hanno due squadre. La gente che guarda il Campionato del Mondo MotoGP dall’esterno vedono Jorge e Valentino come compagni di squadra. In verità, essi hanno due squadre completamente diverse che operano come due squadre diverse, ma tutti insieme formano il team ufficiale Yamaha – ha specificato Poncharal a Speedweek.com -. Essi lavorano in modo completamente indipendente. Naturalmente, hanno gli stessi colori della squadra e lo stesso lavoro è dietro di loro, ma per il resto hanno due squadre diverse “.

Non è possibile immaginare Lorenzo con i colori della Ducati? “Questa voce è in giro da sei anni, quindi penso che sia più un rumor. Certo Ducati deve essere aperta a tutti i top driver. E Jorge è il Campione del Mondo. Se non parlassero con lui sarebbe un errore, ma penso che Jorge è un uomo intelligente con esperienza. Sa che per vincere è necessario per il pacchetto giusto. Questo non significa che la Ducati non avrebbe il pacchetto giusto, in quanto è attualmente molto impressionante, ma al momento Jorge si sente molto bene in Yamaha”.