MotoGP, Livio Suppo: “Marquez ha imparato dal 2015”

Livio Suppo
Livio Suppo (©Getty Images)

Livio Suppo crede molto nel talento di Marc Marquez e lo ha sempre difeso, anche nei momenti più difficili come quelli che hanno visto lo spagnolo coinvolto nell’ormai nota polemica innescata da Valentino Rossi per un presunto suo atteggiamento di favore nei confronti del connazionale al fine di ostacolare l’italiano della Yamaha. Un caso di cui si è parlato in tutto il mondo per settimane e che sicuramente ha lasciato qualche strascico tra i protagonisti.

Il team manager della Honda ai microfoni di Speedweek.com ha confermato il suo pensiero, prendendo ancora le difese del proprio pilota e spiegando che adesso si guarda avanti ormai: “Onestamente, penso che Marc ha lasciato tutto alle spalle quello che è successo l’anno scorso. Questo non è così difficile per un ragazzo giovane . Ha fatto del suo meglio in tutte le gare e, a mio parere, non ha fatto nulla di male. Quindi non c’è nulla di cui potersi lamentare”.

Livio Suppo ritiene dunque che Marc Marquez non ha mai corso con lo scopo di danneggiare Valentino Rossi nelle ultime tre gare dello scorso campionato MotoGP, ma che lo ha sempre fatto solo con il fine di vincere o comunque di arrivare il più avanti possibile.

Molte sono state le cadute dello spagnolo, il quale ben presto è finito fuori dalla lotta per il titolo e pertanto dovrà migliorare necessariamente nel 2016 per evitare che la situazione si ripeta. Il boss Honda ha fiducia in lui: “L’anno scorso è stata una lezione per Marc, ha fatto per la prima volta veramente fatica nella sua vita. Ha imparato molto nel 2015 e ammette che ha perso il titolo a causa del suo atteggiamento e dei problemi con la moto 2015. Se ora, all’inizio della stagione non siamo ancora al 100 per cento in Honda, dobbiamo essere un po’ sulla difensiva, questo è normale”. La moto del team di Tokio nei test non è sembrata al livello della Yamaha e pertanto vederla vincere a Losail nella gara di apertura del campionato sarebbe una sorpresa probabilmente.