Davide Brivio: “Rossi motivato a battere Marquez e Lorenzo”

Davide Brivio
Davide Brivio (©Getty Images)

Davide Brivio e la Suzuki vogliono fare in campionato MotoGP 2016 da protagonisti, dopo un 2015 che ha segnato il ritorno della casa di Hamamtsu nella classe regina del Motomondiale in seguito ad alcuni anni di assenza. La nuova moto sembra avere del buon potenziale e lo ha mostrato in parte nel corso dei recenti test pre-stagionali.

Il team manager italiano nell’intervista concessa al quotidiano Tuttosport ha confermato i miglioramenti avvenuti sulla Suzuki, che si candida ad essere probabilmente la sorpresa del campionato: «Aspettiamo le gare per dirlo. Ovviamente siamo contenti di come sono andati i test invernali. Specie negli ultimi sei giorni, quando siamo stati costantemente tra i primi. Però non è una banalità dire che si tratta solo di test e che il vero livello si vede in gara».

 

Davide Brivio parla di Vinales, Lorenzo e Rossi

La moto è migliorata in tutti i settori: motore, cambio seamless, telaio ed elettronica. Progressi a 360° che possono mettere Aleiz Espargaro e Maverick Vinales nelle condizioni di poter ottenere risultati importanti quest’anno. In particolare il secondo dei due piloti menzionati nel corso dei test è stato con i tempi vicino ai noti top rider e già per lui si parla di un futuro in Honda o Yamaha. Ma Davide Brivio vorrebbe che rimasse, ovviamente: «La priorità è trattenerlo. L’abbiamo preso perché crediamo nel suo grande potenziale e ce lo sta dimostrando. Noi il top rider l’abbiamo già in casa, per intenderci. Abbiamo bisogno di un pilota così, insieme possiamo avere un brillante futuro. Dobbiamo essere bravi a fare una moto competitiva per non farlo andare via».

Il dirigente della casa di Hamamatsu non ha nascosto il fatto di sognare il podio per la gara di esordio a Losail, però è consapevole che comunque quest’anno il favorito alla vittoria è sempre Jorge Lorenzo su Yamaha: «E’ l’uomo da battere. E’ il campione in carica, è in gran forma e ha vinto il campionato invernale. Credo che Marquez, Vale, Pedrosa, la Ducati e spero la Suzuki gli renderanno la vita molto dura».

Per quanto riguarda Valentino Rossi, che conosce bene dai trascorsi in Yamaha, Davide Brivio ha spiegato di averlo visto positivamente: «Motivato, carico, competitivo. In Qatar partirà per vincere». Per quanto riguarda gli strascichi del 2015 ha espresso un proprio pensiero condivisibile: «Spero che i protagonisti si sfidino col giusto agonismo, ma nessuno dimenticherà, soprattutto Valentino. Conoscendolo saprà trasformare tutto quello che è successo in energia positiva. Ha un motivo in più per battere tutti gli altri».