Giacomo Agostini: “Rossi-Marquez? Amicizia no, rispetto sì”

Giacomo Agostini
Giacomo Agostini (©getty images)

Giacomo Agostini, 15 volte campione del mondo, si augura di assistere ad un’altra emozionante sfida nella MotoGP e invita al rispetto in pista dopo quanto successo in Malesia nella scorsa stagione. Ai microfoni di Motogp.com il pluricampione bresciano parla del Motomondiale 2016 e delle aspettative dei tanti appassionati di moto.

Ago non solo è una leggenda del motociclismo, ma anche giornalista e commentatore televisivo, persona che conosce perfettamente le dinamiche dello sport su due ruote, sia dentro che fuori le piste. A poco più di una settimana dall’inizio del nuovo campionato si augura di vedere ancora un’altra bella sfida all’insegna dell’onestà e del rispetto reciproco. Un richiamo dovuto dopo le scintille scoppiate in Malesia e proseguite fino ad oggi, perchè a distanza di pochi mesi le ferite non sembrano emarginate.

“Questi anni abbiamo visto belle sfide, anche l’anno scorso abbiamo assistito ad un grande Campionato del Mondo MotoGP –  ha dichiarato Giacomo Agostini -. Quest’anno mi auguro di vedere lo stesso spettacolo grazie a quei quattro o cinque campioni da primato che si daranno sicuramente battaglia. Mi piacerebbe di vedere rispetto che è la cosa più importante. L’amicizia, inutile che ne parlino, non ci sarà mai, perché nel nostro mestiere non ci può essere. L’importante è che ci sia il rispetto e che ci facciano vedere delle gare emozionati e io credo che le vedremo”.

L’ex campione, vincitore di 122 GP in carriera, non si sbilancia sui nomi dei possibili vincitori, anche perchè le gomme Michelin e la centralina unica Magneti Marelli, in vigore da quest’anno, potrebbero riservare tante sorprese. Nei test ufficiali Jorge Lorenzo ha dimostrato di potersi riconfermare campione del mondo, ma la storia recente ci insegna che tutto può succedere, con continui capovolgimenti di fronte da una gara all’altra.

L’imprevedibilità è alla base dello show e la speranza di Giacomo Agostini e di tanti sportivi è di proseguire su questa scia anche nel 2016: “Negli ultimi anni abbiamo visto un po ‘di corsa molto eccitante, nessuno più così di Campionato del mondo MotoGP ™ anno scorso. Quest’anno penso che vedremo un grande spettacolo ancora una volta con quattro o cinque piloti scontro diretto per il titolo”. Ma la domanda nasce spontanea: oltre ai quattro ufficiali chi potrebbe essere il 5°?