Marc Marquez chiama alla sfida Valentino e gli altri (VIDEO)

Marc Marquez (© Getty Images)
Marc Marquez (©Getty Images)

 

Marc Marquez sta lavorando sodo in vista della stagione 2016 della MotoGP. Il campione della Honda ha l’obiettivo di “rubare” il titolo iridato a Jorge Lorenzo affermandosi come leader del campionato sin dal round inaugurale del Qatar. Come procede il lavoro preparatorio? Qual è il bilancio dei test prestagionali? Quale sarà l’avversario più “duro” da sfidare nel Campionato che sta per avere inizio? Di tutto questo il Fenomeno di Cervera ha parlato in un lungo colloquio con RedBull.com.

 

No pain, no gain!

La tenacia e la forza di volontà di Marc Marquez sono cosa nota a chiunque segua la MotoGP. E la delusione per le sue performance nella stagione 2015, lungi dall’averlo demoralizzato, rappresenta per lui uno stimolo in più per dare il meglio di sé di qui al prossimo novembre. “Cerco di dare il 100 per 100 nel corso di ogni stagione – dichiara lo spagnolo a RedBull.com – ma stavolta mi attendono sfide più impegnative… dovrò impegnarmi di più”.

I test in Malesia e in Australia sono stati in questo senso un utile campo di prova. “Mi sono concentrato sulla mia condizione fisica – spiega Marquez – e ho cercato di comprendere e adattarmi all’elettronica della nuova moto, cercando l’equilibrio nel set-up”.

“So che questa stagione sarà difficile – prosegue – ma naturalmente la prima gara è molto eccitante. E’ sempre diversa e assolutamente speciale… anche se si corre di notte, il circuito sembra illuminato a giorno”.

Quanto agli avversari più insidiosi che dovrà affrontare, Marquez non esita a fare nomi. “Direi che quest’anno i miei principali rivali sono Jorge Lorenzo, Valentino Rossi e Dani Pedrosa – afferma – , anche se non sai mai se qualcun altro potrà sorprenderti… specialmente con la Ducati che si sta mostrando sempre più forte con una lunga serie di miglioramenti tecnici”. Certo è, tuttavia, che dovrà contendersi il titolo iridato con quei tre piloti – ognuno dei quali ha i suoi punti di forza. “Quello di Lorenzo è la velocità – spiega – : quel ragazzo è un razzo e se guadagna una posizione di vantaggio diventa molto difficile batterlo. Valentino ha molta esperienza e Dani è bravissimo a capire le situazioni”.

Per riuscire nell’impresa, Marc Marquez lavorerà come e più di prima. Il suo motto è “No pain, no gain!”: senza fatica non si ottiene nulla.