Jenson Button pensa al futuro: “Mi piace il Rallycross”

Jenson Button
Jenson BUtton (©Getty Images)

Per Jenson Button potrebbe essere l’ultima stagione in Formula 1, con il difficile compito di aiutare la McLaren nello sviluppo della monoposto al fianco di Fernando Alonso. Il pilota britannico si appresta a correre la 17esima stagione nel Circus, annoverandosi tra i piloti più longevi della F1 e vantando la vittoria di un Mondiale nel 2009 con la Brawn, ma con un occhio guarda già al suo futuro…

Classe 1980, Jenson Button lascia intendere di voler dire addio alla Formula 1 al termine di questa stagione. In un’intervista a NBC Sports abbozza qualche piccola indiscrezione, pur restando concentrato sulla prossima stagione che prenderà il via tra meno di due settimane. “Non so ancora cosa farò in futuro. Quando lavoro, quando sto guidando sono più concentrato che mai. Questo non è mai un problema per me perché voglio portare le migliori prestazioni. E sarà sempre così”.

Dopo la pessima annata 2015 Jenson dovrà tentare di chiudere eventualmente la carriera in maniera degna. Servirà quindi un grande lavoro da parte del suo team McLaren-Honda e poi si vedrà sul futuro: “Ho alcune idee, ma non so se questo sarà nel 2017 o 2020”, ha precisato il pilota di Frome. “Mi piacerebbe correre a Le Mans. Se si adatta bene e se ci sono opportunità per me, sì, certo. Sono un grande fan di Rallycross. E’ uno sport fantastico, mio ​​padre ha guidato lì. Ho grandi ricordi degli anni ’80, per la sua VW Maggiolino e Golf”.

E nel Rallycross potrebbe trovare un campione del calibro di Sebastien Loeb: “Credo che molti piloti vanno lì dopo la carriera per chiudere la carriera in questo modo, perché è più rilassato e ci si diverte. Sebastien Loeb ha appena annunciato il suo ingresso. Credo che sia per molti appassionati di sport a motore una direzione interessante”. A quanto pare il destino di Jenson Button sembra quasi scritto.