MotoGP, Lin jarvis: “Nessuna guerra al rialzo per Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo e Lin jarvis
Jorge Lorenzo e Lin jarvis (©Getty Images)

Jorge Lorenzo è il campione in carica, tre titoli nella classe MotoGP, è stato il più veloce nelle prove ufficiali prestagionali ed è il favorito per il titolo iridato 2016. Yamaha ha intenzione di rinnovargli il contratto, ma una super offerta Ducati potrebbe segnare un clamoroso colpo di scena.

In Malesia e in Qatar il pilota maiorchino si è dimostrato nettamente superiore, a Phillip Island ha patito un po’ le condizioni della pista pur mostrando un buon ritmo e adesso ha fretta di mettere nero su bianco e siglare il contratto che dovrebbe legarlo alla Casa di Iwata per altri due anni. Ducati Team sembra abbia avanzato una proposta economica molto allettante, ma la Yamaha non è intenzionata a giocare al rilancio e sul piatto della bilancia mette una moto nettamente superiore alla Desmosedici.

La scuderia di Borgo Panigale pare abbia le spalle forti grazie al colosso del tabacco Phillip Morris, così da offrire un super contratto a Jorge Lorenzo, ma Lin Jarvis sembra avere le idee abbastanza chiare sul mercato piloti già in corso, visto che i quattro big dovranno rinnovare i propri contratti. “Non ci piace giocare alla guerra delle offerte – ha detto il Managing Director di Movistar Yamaha a Speedweek.com -. Sappiamo come funziona il mercato, sappiamo i prezzi, ma questo non è il nostro stile. Siamo sempre disposti a pagare i prezzi di mercato per i nostri piloti, ma non andiamo oltre. Noi siamo nella fortunata posizione di essere in grado di offrire molto ai piloti”.

L’arma in più per convincere gli atleti è quella di offrire loro una moto più competitiva delle altre: “Le nostre moto sono molto competitive, la nostra squadra e la nostra società sono molto buone. Quindi non ci troviamo in una situazione in cui dobbiamo gettare troppi soldi – ha aggiunto Lin Jarvis -. Dobbiamo superare chiunque. Non è solo una questione di soldi. Si tratta di tutto il pacchetto che siamo in grado di offrire. Credo che sia per la maggior parte dei driver un’opportunità interessante entrare nel programma di fabbrica da Yamaha. Soprattutto ora che abbiamo dimostrato la nostra competitività in modo significativa. La nostra moto e il nostro sistema sono molto interessanti”.