Marc Marquez: “Vediamo la luce alla fine del tunnel”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Tre giorni di duro lavoro per la Honda sul circuito di Losail, dove si conclude l’avventura prestagionale. Marc Marquez ha concluso il day-3 in quarta posizione, con un gap di mezzo secondo dalla Yamaha di Jorge Lorenzo, mentre Dani Pedrosa deve accontentarsi del 14esimo piazzamento con 1,3 secondi di ritardo dalla vetta.

Per il team Repsol Honda le prove ufficiali si sono rivelate un primo banco di prova dove, nonostante un risultato non troppo brillante in termini di tempi sul giro, si è raccolta una gran mole di dati, testando per la prima volta anche le appendici aerodinamiche.

“Francamente oggi sono molto felice, perché abbiamo visto la luce alla fine del tunnel. Sono tornato ad avere buone sensazioni ed è vero che ho avuto una caduta, ma so per quale motivo è successo – ha dichiarato Marc Marquez -. Abbiamo migliorato molto e voglio ringraziare il mio staff per il grande lavoro che hanno fatto, perchè si stanno impegnando molto, ieri hanno finito alle tre del mattino e oggi alle dieci erano già sul circuito. Sono molto contento che abbiamo fatto progressi in un circuito in cui soffro”.

Ma Jorge Lorenzo sembra ancora troppo distante e c’è bisogno di altro per rendere la RC213V ancor più impeccabile: “Non è ancora sufficiente e dobbiamo migliorare di più, ma dopo la giornata di oggi ho molta più fiducia per il futuro – ha aggiunto Marquez -. Ieri ero preoccupato del nostro livello, perché non avevo il ritmo, né fiducia, e oggi abbiamo compiuto un grande passo avanti, quindi sono contento per il risultato finale dell’ultimo allenamento di precampionato. Abbiamo capito parecchie cose che mi hanno permesso di girare a un livello abbastanza buono”.

Non particolarmente soddisfatto, invece, Dani Pedrosa, ancora ben distante dal vertice di classifica: “Oggi non ci rimanevano molti pneumatici, quindi non abbiamo potuto provare molto e ho finito più presto del solito. Purtroppo, le conclusioni non sono del tutto soddisfacenti. Durante i tre giorni abbiamo cercato di fare molte prove e resteranno comunque alcune idee da applicare la prossima volta che torniamo in pista. Con i dati ottenuti negli ultimi allenamenti, i tecnici stanno andando a lavorare in Giappone per provare a fare alcuni cambiamenti per il GP – ha detto Pedrosa -. Vedremo se sono favorevoli e se riusciamo ad avere una migliore performance”.