F1, Sebastian Vettel: “Ferrari più vicina alla Mercedes”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel e la Ferrari sono usciti dalle due sessioni di test di Barcellona, per un totale di otto giornate di prove disputate, abbastanza ottimisti in vista dell’inizio del campionato di Formula1 2016 che scatterà il 20 marzo in Australia sul circuito di Melbourne.

Il tedesco ha messo insieme un buon numero di giri realizzando tempi interessanti, anche se è ancora difficile da capire se il gap dalla Mercedes sia diminuito o meno. Entrambe le scuderie potrebbero aver nascosto parte del loro vero potenziale in vista di Melbourne. Comunque il team di Backley sembra ancora in vantaggio, soprattutto con il campione in carica Lewis Hamilton.

 

Sebastian Vettel ottimista sulla Ferrari 2016

Al termine degli ultimi test avvenuti sul circuito di Montmelò, Sebastian Vettel ha espresso alcune sue personali considerazioni in merito al lavoro svolto in pista mostrandosi soddisfatto e fiducioso per il futuro: “Sono soddisfatto, anche del lavoro fatto da Kimi – riporta Tuttosport -. Abbiamo completato parecchi giri e portato a termine il nostro programma. Credo che in generale questi test siano andati bene. Non possiamo ancora sapere se questa vettura sarà vincente, ma la prima impressione è stata positiva, così come il lavoro svolto. Le sensazioni sono buone e siamo felici dei passi avanti fatti finora”.

L’obiettivo della Ferrari è quello di lottare con la Mercedes per la vittoria del titolo e se potrà farlo lo capiremo già nelle primissime gare del campionato 2016: «Ora dobbiamo cercare di colmare un divario che l’anno scorso era piuttosto grande, credo che questa nuova macchina abbia potenzialità maggiori per farlo, ma dobbiamo essere pazienti, almeno per un paio di settimane ancora. In termini di affidabilità la Mercedes sembra comunque essere molto forte, a prescindere dallo stop di Hamilton”.

Le Frecce d’Argento di Stoccarda, effettivamente, hanno mostrato grande affidabilità e sono quelle che hanno percorso il maggior numero di giri e di chilometri nei test in Spagna. Però va detto che i tedeschi partivano da una base molto solida e già competitiva, mentre la Ferrari ha dovuto fare i conti con una monoposto molto rivoluzionata e ancora da capire al 100%. Due situazioni molto diverse e Sebastian Vettel lo sa bene, per questo rimane ottimista.