Audi SQ7 TDI: il SUV diesel più potente (VIDEO)

Audi SQ7 TDI (foto Twitter)
Audi SQ7 TDI (foto Twitter)

 

 

E’ il SUV diesel più potente in circolazione, oltre che la prima vettura di serie con compressore ad azionamento elettrico, la nuova Audi SQ7 TDI presentata nel quartier generale di Ingolstadt (e non – curiosamente – al Salone di Ginevra), spinta dall’avanguardistico motore V8 4.0 litri da 435 CV e 900 Nm di coppia.

 

Un’evoluzione fondamentale

La nuova Audi SQ7 TDI segna un’evoluzione di fondamentale importanza in termini tecnologici per la Casa dei Quattro Anelli, innanzitutto perché è la prima vettura di serie al mondo con motore dotato di compressore elettrico. E, come accennato, la configurazione meccanica imperniata su un inedito motore V8 TDI da 4.0 litri capace di erogare 435 CV di potenza e 900 Nm di coppia massima, ne fa il SUV diesel più potente sul mercato. Al motore – frutto del lavoro degli ingegneri del costruttore tedesco che hanno lavorato alla combinazione tra un V8 turbodiesel, due turbocompressori a gas di scarico e un terzo compressore elettrico, l’EAV, collegato ad una rete di bordo a 48 volt – è abbinato il cambio automatico Tiptronic a 8 rapporti e la trazione integrale permanente quattro.

Il nuovo SUV di Ingolstadt dispone così di un innovativo sistema di tripla sovralimentazione di cui fanno parte i due compressori a gas di scarico, che lavorano alternati per incrementare la spinta dell’aspirazione del motore, e il turbo elettrico EAV da 7 kW, alimentato dalla rete a 48 volt, che aiuta in particolar modo nelle partenze da fermo. L’Audi SQ7 TDI grazie ai suoi 435 CV offre uno sprint 0-100 km/h in 4,8 secondi, dato di assoluto valore per un SUV diesel, con la velocità massima autolimitata a 250 km/h, per un consumo medio dichiarato di 7,4 litri di gasolio ogni 100 km.

L’Audi SQ7 TDI, che monta cerchi da 20 pollici (disponibili fino a 22), propone in optional un pacchetto che incrementa la dinamica di guida aggiungendo alla vettura il differenziale sportivo, la sterzatura integrale e la stabilizzazione antirollio elettromeccanica attiva. Quest’ultima – una novità assoluta per il segmento – consente al motore di contenere il “coricamento” laterale della vettura grazie alla capacità del propulsore elettrico di separare o accoppiare le due metà della barra stabilizzatrice in base allo stile di guida.

Le differenze rispetto al resto della gamma Q7 sono evidenti anche a livello estetico, a partire dal paraurti anteriore e dalla griglia frontale, con un design S dedicato, mentre il profilo è caratterizzato da prese d’aria laterali, specchietti specifici, inserti nelle portiere e impianto di scarico con quattro terminali.

Nell’abitacolo, che offre la configurazione a 5 o 7 posti, troviamo sedili sportivi, bagagliaio con illuminazione a LED, inserti in alluminio, rame e carbonio, strumentazione con tema S. La gamma comprende inoltre la speciale versione Kodiak Brown caratterizzata da sedili in pelle Valcona marrone Kodiak, cielo in Alcantara nero e interni in pelle. Ricchissima anche la dotazione tecnologica a bordo: basti citare l’Audi Virtual Cockpit con display da 12,3 pollici, l’Audi Connect con hotspot WLAN, il navigatore MMI plus, l’impianto audio Bange & Olufsen Advanced Sound System da 1.920 watt con 23 altoparlanti e due tablet per i passeggeri posteriori.

La nuova Audi SQ7 TDI sarà disponibile sul mercato italiano da aprile 2016, con le prime consegne programmate per luglio, a un prezzo di listino che in Germania parte da 89.900 euro.