MotoGP, Herve Poncharal: “Niente panico, in Qatar saremo pronti”

Hervé Poncharal (© Getty Images)
Hervé Poncharal (© Getty Images)

Hervé Poncharal non è solo il boss del team Tech3 in MotoGP e Moto2, ma è anche presidente IRTA e ha un posto nella Commissione Grand Prix. E’ stato tra i fautori della centralina unica Magneti Marelli, al fine di ridurre i costi e avvicinare i team satelliti a quelli ufficiali.

Dopo i primi test in Malesia e Australia i piloti della Yamaha Monster Tech3, Pol Espargaro e Bradley Smith, non sembrano soddisfatti del lavoro svolto e appaiono in difficoltà , non solo con l’elettronica ma anche nella gestione dei nuovi pneumatici Michelin che hanno preso il posto di quelli Bridgestone. Proprio nei giorni scorsi il pilota spagnolo ha espresso dure parole nei confronti della casa di Iwata.

“Naturalmente siamo in un periodo in cui dobbiamo abituarci al nuovo software – ha spiegato Herve Poncharal a Speedweek.com -. Dobbiamo imparare a comprendere la nuova centralina… Non bisogna cadere in una reazione di panico. In ogni caso il costo della ECU sarà notevolmente ridotto”. Un magro premio di consolazione se Espargaro e Smith non riusciranno ad esprimersi ai livelli che gli competono… “Sì, abbiamo avuto una battuta d’arresto, come abbiamo avuto a Sepang il secondo giorno due cadute con Pol. Ma i tempi non erano necessariamente importanti. In Malesia eravamo con le gomme dure. Siamo stati solo più veloci nel mese di ottobre… Ma dobbiamo prepararci per il GP del Qatar”.

I tecnici della Yamaha satellite sono al lavoro per capire il nuovo pacchetto e tornare alle posizioni del 2015 in vista del primo Gran Premio del Qatar in programma il 20 marzo 2016: “Se ci sono modifiche tecniche sarà compito dei produttori e delle squadre… Sono sorpreso di quanto funzioni bene la nuova centralina… Entro GP del Qatar – ha concluso Herve Poncharal -saremo quasi al livello del 2015″.