MotoGP: Jorge Lorenzo campione grazie alla “promessa” di Iannone?

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Il documentario Lorenzo Guerrero, diffuso la scorsa settimana, rivela – secondo quanto riportano i colleghi di PlanetaDeporte.es – che è stata una “promessa” tra Jorge Lorenzo e Andrea Iannone a scatenare la bagarre di fine Campionato 2015 tra Valentino Rossi e Marc Marquez.

 

Un retroscena inedito

La “guerra” verbale e agonistica tra Valentino Rossi e Marc Marquez ha avuto origine a Sepang, come ben sanno i lettori di Tuttomotoriweb, e in particolare durante la conferenza stampa che ha fatto seguito al Gran Premio della Malesia, quando il Dottore si scagliò duramente contro il pilota di Cervera, tacciandolo di essersi alleato con Jorge Lorenzo per impedirgli di conquistare il decimo titolo iridato della MotoGP.

Eppure il documentario Lorenzo Guerrero, un cortometraggio che racconta le imprese di Jorge Lorenzo dalla prospettiva del campione, rivela un dettaglio che Valentino Rossi non ha mai reso pubblico. Si tratta – secondo quanto scrive PlanetaDeporte.es – di una “promessa” fatta al pilota spagnolo dal ducatista Andrea Iannone, la quale avrebbe segnato in modo decisivo il prosieguo della polemica e addirittura determinato l’esito del Motomondiale 2015.

La Dorna aveva collocato una piccola telecamera sulla M1 di Jorge Lorenzo, da dove si evince alla perfezione la rabbia del maiorchino per il secondo posto “rubato” nella classifica del Gran Premio d’Australia. Iannone in quell’occasione avrebbe cercato di calmarlo, assicurandogli che gli doveva un favore. “Ti aiuterò in un altro momento”, avrebbe promesso il rider di Vasto, senza perciò risultare troppo convincente al collega e rivale della Yamaha.

Tuttavia, Andrea Iannone è stato un uomo di parola. Proprio mentre Marquez superava Lorenzo all’ultimo giro, il ducatista ha fatto lo stesso con Rossi, “soffiandogli” il podio e avvantaggiando indirettamente il maiorchino. “Te l’avevo detto, quando avrei potuto”, sarebbero state le parole rivolte da Iannone a Lorenzo al termine della gara australiana.

Valentino Rossi ha visto che era possibile guadagnarsi il favore con Iannone. Per questo avrebbe deciso di difenderlo pubblicamente, in una settimana in cui il pilota Vasto aveva ricevuto dure critiche per la sua gestione del GPO di Phillip Island. Il Dottore ha preferito lanciarsi alla carica contro Marquez, che sarebbe finito per diventare il suo peggior nemico e il suo principale avversario fino a Valencia. Il resto è storia…