MotoGP, Guido Meda: “Fuoco puntato su Valentino Rossi”

Guido Meda e Valentino Rossi (Getty Images)
Guido Meda e Valentino Rossi (© Getty Images)

Guido Meda, noto giornalista e telecronista delle gare motociclistiche, nel giorno della presentazione della stagione sportiva su Sky Sport tra Motomondiale e Formula1 è stato interpellato dalla trasmissione radiofonica Tutti Convocati in onda su Radio24 per esprimere alcune sue considerazioni in merito ai due campionati che partiranno entrambi il 20 marzo.

La MotoGP scatterà da Losail in Qatar e lo scenario nel quale ci si ritrova è ben chiaro secondo Guido Meda: “Il fuoco è puntato su Valentino Rossi. La sensazione dei test dell’inverno è quella di un pilota in perfetta integrità fisica a dispetto dei suoi 37 anni, che sono un po’ di più rispetto a quelli degli avversari. Con le ruggini del campionato dello scorso anno che si spera rimangano una questione intima tra loro, ma che inevitabilmente per condizionare un po’.”

Nella stessa trasmissione poco tempo è intervenuto Graziano Rossi a dire che Valentino Rossi è incazzato con Marc Marquez e Jorge Lorenzo ancora. In merito il vicedirettore di Sky Sport e direttore della redazione motori di Sky afferma: “Nessuno di loro dimentica quanto successo. Però sono grandi e dei professionisti, sanno che non conviene correre in quella maniera scombinata con cui hanno corso le ultime gare. Valentino è convinto di aver subito torto e che il suo decimo titolo mondiale sia sfumato per quello. Un po’ lo capisco, è difficile mandarla giù. Però la tanta esperienza che ha alle spalle può far sì che affronti questo Mondiale con l’intenzione di non riproporre il teatro delle ultime tre gare del 2015, che è stato un po’ pietoso”.

Guido Meda, così come tutti quanti, si augura che il campionato MotoGP 2016 sarà all’insegna della correttezza e del rispetto. Ha anche annunciato che Mauro Sanchini prenderà il posto di Loris Capirossi come commentatore, dato che l’ex pilota Honda e Ducati è stato richiamato in Direzione Gara per fare il supervisor qualificato ed evitare i pasticci dell’anno scorso.