MotoGP, Danilo Petrucci pronto per il Qatar

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (© Getty Images)

Lunedì scorso Danilo Petrucci ha subito l’intervento alla mano destra per ridurre le fratture scomposte al secondo, terzo e quarto metacarpo. Il pilota del team Pramac Racing è rimasto in Australia sin dall’infortunio rimediato nell’ultimo giorno di test a Phillip Island, ha assistito alla gara di Superbike nello scorso fine settimana e a breve tornerà in Italia per proseguire la riabilitazione. E in un video promette: “Sarò in Qatar”.

Una caduta a dir poco scomoda e sfortunata per Petrux che, dopo aver stupito nelle prime uscite prestagionali, ha dovuto frenare il lavoro con la Desmosedici GP15 a causa della caduta, a meno di un’ora dal termine della sessione. C’è una certa delusione nel dover saltare i prossimi test in Qatar in programma dal 2 al 4 marzo, ma regna ottimismo per vederlo in griglia di partenza il 20 marzo, quando prenderà il via il primo Gran Premio sul circuito di Losail.

Certamente Danilo Petrucci farà di tutto per esserci, pur in condizioni approssimative, e il parere dei medici sembra ottimista, compreso quello di un esperto come il dottor Claudio Costa, fondatore della Clinica Mobile: “Danilo Petrucci a momenti tornerà dall’Australia dove è stato operato nell’ospedale di Melbourne. Conoscendo l’animo e la forza di questo giovane pilota, sono certo che correrà la prima gara del Motomondiale in Qatar”.

Ma al di là delle questione di carattere e della volontà, l’occhio clinico prevede una guarigione repentina e un altrettanto celere ritorno in pista: “Avendo visto le radiografie della sua mano, con le tre fratture dei metacarpi ormai operate egregiamente in Australia, e anche perché nella mia storia tutte le fratture dei metacarpi hanno corso anche lo stesso giorno senza nessuna operazione chirurgica, so che Danilo in Qatar tornerà in pista ma soprattutto tornerà a farci sognare – ha aggiunto il dottor Costa -. Come tante volte è successo nella storia degli eroi del motociclismo, le mani ferite talvolta diventano magiche”.

 

Il saluto di Petrux da Phillip Island

Pubblicato da Pramac Racing su Domenica 28 febbraio 2016