Jorge Lorenzo: “Pubblico più cattivo, non fa bene alla MotoGP”

Jorge Lorenzo (© Getty Images)
Jorge Lorenzo (© Getty Images)

Jorge Lorenzo parla del Mondiale 2016 di MotoGP alla vigilia dell’ultima sessione di test a Losail. Il campione del mondo ritorna sulla polemica Valentino Rossi – Marc Marquez e semina ottimismo in vista della corsa al titolo iridato.

Dal 2 al 4 marzo la classe regina scenderà in pista in Qatar, prima dell’inizio della stagione in programma il 20 marzo sul medesimo circuito. Si preannuncia un anno incandescente dopo le polemiche dei mesi scorsi che hanno coinvolto i tre big dopo i fatti di Sepang e quanto successo non sembra essere stato dimenticato. Il maiorchino cerca di smorzare i toni a tre settimane dallo start.

“Prima non avevamo nessun problema su nessun circuito, ma ultimamente c’è stata una certa radicalità dell’opinione del pubblico e questo non va bene per il motociclismo”. Il pilota spagnolo della Yamaha ha riconosciuto che l’incidente tra il pilota di Cervera e il Dottore ha modificato il carattere di uno sport diverso dagli altri eventi di massa, ma con il tempo la situazione potrebbe affievolirsi ed essere dimenticata.

A Jorge Lorenzo interessa ripetere il successo mondiale del 2015 e in un’intervista al ‘Marca’ conferma a chiare lettere: “Sono molto ottimista perché vedo molto potenziale in Yamaha, si è adattata bene alle nuove gomme Michelin, come dimostrato a Sepang. A Phillip Island è stata una prova un po ‘strana, fantasma. E’ difficile avere un’idea perché i giorni di test sono stati pochi e sono stati molto diversi”.

La concorrenza con Honda, Ducati e Suzuki sarà serrata in ogni week-end di gara e il podio sembra alla loro portata, ma l’obiettivo è difendere il titolo iridato: “Abbiamo lottato duramente per vincere il titolo, sembrava non fosse alla nostra portata e abbiamo vinto all’ultima gara… ovviamente, voglio di più”. Il secondo obiettivo sarà rinnovare il contratto in scadenza con Movistar Yamaha: “Sono il campione del mondo – ha concluso – e questo è un valore in più”.