F1 Ferrari, Sebastian Vettel: “Raikkonen lotterà con me”

Sebastian Vettel Kimi Raikkonen
Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen (©Getty images)

Nel campionato di Formula1 2016 tutti si attendono una Ferrari all’arrembaggio e pronta lottare con la Mercedes per la vittoria del titolo. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen sono chiamati ad impensierire Lewis Hamilton e Nico Rosberg, ma le loro possibilità dipenderanno soprattutto dalla competitività della monoposto. Nei primi giorni di test a Barcellona la rossa pare abbia evidenziato dei miglioramenti, ma sono state soprattutto le frecce d’argento ad impressionare per chilometri percorsi e affidabilità.

Dopo quanto visto sulla pista di Montmelò, è sicuramente la Mercedes ad essere considerata la favorita il Mondiale di quest’anno. Ma non è detto che in casa Ferrari non abbiano nascosto alcune cartucce da sparare al momento opportuno. Si sa che nei test non viene quasi mai mostrato tutto il vero potenziale delle monoposto.

 

Sebastian Vettel elogia Kimi Raikkonen

Sebastian Vettel viene ritenuto il potenziale rivale di Lewis Hamilton nel caso in cui la macchina di Maranello si dimostrasse vincente, però il pilota tedesco crede che anche il suo compagno di team Kimi Raikkonen possa essere protagonista in questo campionato di F1 2016: “L’anno scorso ha spinto abbastanza bene, però è stato sfortunato all’inizio – riporta la ESPN -. Si tratta di una di queste cose, le persone non hanno la memoria lunga e tendono a dimenticare. Basta guardare i numeri. Credo che sia stato abbastanza vicino e sono sicuro che sarà abbastanza vicino quest’anno”.

Nella passata stagione è sembrata abbastanza evidente la superiorità del quattro volte campione del mondo rispetto al finlandese, il quale a causa di alcuni episodi sfortunati e di qualche errore di troppo ha compromesso alcuni risultati potenzialmente migliori. Quest’anno dovrà fare molto meglio per essere competitivo con il team-mate e magari guadagnarsi una riconferma, dato che il contratto scade a fine 2016.

Per quanto riguarda la monoposto, c’è stata una rivoluzione importante con tante novità adottate rispetto al passato. Ma Sebastian Vettel non se la sente di fare paragoni dettagliati: “Si tratta di due auto diverse, non è cambiata solo la sospensione anteriore. Come pilota, di guidarne una non dà una sensazione completamente diversa rispetto l’altra. Se si chiede a James (Allison, direttore tecnico, ndr) si può andare più in dettaglio. La macchina andava bene, l’anteriore si sentiva bene da subito, penso che sia stato un passo in avanti ”