Jeremy Clarkson, risarcimento da 130mila € al produttore di Top Gear

Jeremy Clarkson
Jeremy Clarkson (© Getty Images)

 

Centomila sterline, ovvero poco meno di 130mila euro. A tanto ammonta il risarcimento che Jeremy Clarkson ha dovuto versare al produttore di Top Gear preso a pugni ormai quasi un anno fa.

 

Le scuse non bastano

Dopo l’increscioso episodio che ha portato al “divorzio” tra il noto presentatore britannico e la BBC, Jeremy Clarkson aveva presentato pubblicamente le proprie scuse al produttore del fortunato programma dedicato ai motori. Oltre a questo, però, l’ex star di Top Gear ha dovuto sborsare circa 100 mila sterline (126.767 euro al cambio attuale) come risarcimento per l’accaduto.

Secondo quanto riporta il Telegraph, Clarkson dovrebbe così aver chiuso il contenzioso legale promosso da Oisin Tymon, il produttore rimasto coinvolto nella furibonda lite.

Nella lettera di scuse, il “mattatore” fa un vero e proprio mea culpa assumendosi tutte le responsabilità dell’accaduto: “Desidero chiedere scusa, ancora una volta, a Oisin Tymon per l’incidente e per le spiacevoli conseguenze – scrive – . Intendo anche ricordare che lui non ha alcuna colpa a riguardo. E vorrei chiarire che non intendevo procurargli le ferite che ha riportato e che sono dispiaciuto che abbia dovuto passare tutto questo”.

Tymon, attraverso i suoi avvocati, non aveva esitato a fare causa al conduttore di Top Gear, andato su tutte le furie perché non aveva trovato nulla di caldo da mangiare dopo una giornata di riprese. Oltre a una serie di insulti, come i lettori di Tuttomotoriweb ricorderanno, Clarkson colpì il produttore della BBC con un pugno, provocando il sanguinamento del labbro inferiore.

“Sono felice che si sia risolto tutto – conclude Clarkson – . Oisin è sempre stato un personaggio creativo per Top Gear e gli auguro successo nei suoi futuri progetti”. Tutto è bene quel che finisce bene… almeno per questa volta.