Nuova Renault Scénic: meno monovolume, più crossover

Nuova Renault Scénic (foto Twitter)
Nuova Renault Scénic (foto Twitter)

 

Un “ammodernamento” tutto nel segno del dinamismo e della compattezza, per conferire alla monovolume un carattere da crossover. E’ questa la “cura” – radicale – alla quale Renault ha sottoposto la Scénic per rinnovare lo storico modello francese.

 

Una formula di successo

Dopo gli scatti “rubati” di cui vi avevamo dato conto qualche mese fa, Renault ha diffuso, in vista dell’apertura del Salone di Ginevra (1° marzo per la stampa, 3 marzo per il pubblico) le prime immagini ufficiali della quarta generazione della monovolume Scénic. Un modello che nel corso di vent’anni – il primo esemplare risale al 1996 – ha lasciato un segno indelebile sui gusti degli automobilisti e del mercato stesso, portando alla ribalta il concetto di posto di guida “alto” che caratterizza sia le monovolume che i suv e i crossover. E i circa 5 milioni di unità vendute nelle tre precedenti edizioni sono un’ulteriore conferma del successo di questa formula.

Renault Scénic si ripropone oggi in una veste completamente rinnovata, nel segno della trasformazione del concetto di monovolume in crossover. Per la prima volta, infatti, si presenta con un parabrezza più ampio ed esteso in lunghezza in modo da offrire, come nel caso di Espace, una visione panoramica, oltre a migliorare la visibilità laterale.

Diversi elementi stilistici contribuiscono poi a rendere dinamiche le proporzioni della nuova versione della Scénic: l’altezza dal suolo è aumentata, lo sbalzo posteriore è ridotto e le ruote sono posizionate ai quattro angoli. Da segnalare anche l’allargamento delle carreggiate, sia anteriormente che posteriormente, a rimarcare che il modello ha comunque io piedi ben piantati a terra. Nella nota diffusa da Renault si legge inoltre che la nuova Scénic proporrà una firma luminosa distintiva con fari a forma di C, dotati (ma solo nel caso delle versioni alto di gamma) della tecnologia Led Pure Vision.

Le caratteristiche tecniche restano ancora top secret, ma è più che lecito supporre che Scénic, condividendo la piattaforma e tutti gli apparati meccanici della nuova generazione di Mégane (berlina e Sporter), proporrà tutta la gamma di propulsori benzina e turbodiesel di ultima generazione e magari, in un futuro non troppo lontano, anche la versione con tecnologia ibrida. A un prezzo che si spera accessibile…