Moto3: Enea Bastianini pronto per l’assalto al podio

Enea Bastianini
Enea Bastianini (photo Facebook)

Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio hanno concluso la due giorni di test a Jerez de la Frontera con ottimi risultati. I due piloti del Gresini Racing Team Moto3 hanno proseguito il lavoro sulla loro Honda NSF250RW e i riscontri cronometrici sono stati più che positivi.

Il diciottenne riminese ha migliorato il tempo di ieri fermando il cronometro a 1’47”632, mentre il rookie romano ha limato sensibilmente la prestazione di ieri chiudendo il secondo giorno di prove a 1’48″187, nonostante le condizioni di pista peggiori rispetto al giorno prima. Un buon inizio in vista dei prossimi test ufficiali in programma a inizio marzo e che dimostra la sete di podio e vittorie di Enea. Il Mondiale prenderà il via il 20 marzo in Qatar e sin da subito siamo pronti a scommettere in una grande prestazione del pilota romagnolo.

“Ho tenuto un buon ritmo e a fine giornata sono riuscito a replicare praticamente lo stesso tempo ottenuto ieri – ha commentato Enea Bastianini -. Cercheremo comunque di migliorare perché c’è ancora del margine: sia come passo, dove ci manca ancora qualche decimo, sia nel giro veloce. Le modifiche provate per migliorare il comportamento della moto nelle curve veloci hanno funzionato, ma hanno inciso sui tratti più lenti, per cui dovremo concentrarci nel trovare il giusto compromesso. Lo faremo nei prossimi test e sono convinto che ci riusciremo”.

Fabio Di Giannantonio ha portato a termine 38 giri e migliora il feeling con la sua nuova moto: “Sono molto contento: questa mattina sono stato subito più veloce rispetto a ieri nonostante il freddo e il vento, poi nel pomeriggio seguendo un altro pilota mi sono migliorato ulteriormente. Infine, nell’ultimo turno a disposizione oggi, con la gomma morbida, ho ottenuto la mia migliore prestazione girando da solo. Abbiamo lavorato molto sulla moto, con modifiche importanti che sembrano funzionare; in particolare ci siamo concentrati sull’avantreno e sull’ingresso in curva, trovando già una buona strada”.