MotoGP, la nuova Aprilia RS-GP soddisfa Bradl e Bautista

Stefan Bradl Aprilia 2016
Stefan Bradl (foto ufficio stampa)

L’Aprilia Racing Team Gresini ha concluso la tre giorni di test privati sul circuito di Losail (Qatar), dove è stata provata per la prima volta la nuova RS-GP, il prototipo realizzato a Noale che accompagnerà Alvaro Bautista e Stefan Bradl nel Mondiale 2016 della MotoGP.

Il team Aprilia ha volutamente saltato i test collettivi di Phillip Island per focalizzare tutta l’attenzione sulla nuova moto che rivedremo sul medesimo circuito di Losail dal 2 al 4 marzo. Dopo il debutto della RS-GP, frutto dei dati raccolti nel 2015, regna ottimismo nei box Aprilia e il margine di miglioramento è abbastanza ampio. L’obiettivo è abbandonare le zone basse della classifica per avvicinarsi il più possibile alla top ten.

“Dopo lo shakedown di Aragon con i piloti collaudatori, Alvaro e Stefan in Qatar hanno iniziato a conoscere la nuova Aprilia RS-GP – ha dichiarato Romano Albesiano, Responsabile Aprilia Racing -. Sono stati tre giorni di lavoro intensi e molto positivi. Portiamo a casa molte informazioni, alcuni problemi di gioventù da risolvere, ma soprattutto la conferma che la nuova moto ha un comportamento dinamico sensibilmente migliore della 2015. Ci aspetta un percorso di sviluppo importante e forzatamente molto accelerato, ma siamo confidenti che sarà una stagione in crescendo verso un livello decisamente interessante”.

Realizzata una buona base resta un grande lavora da svolgere per lo sviluppo, ma il primo contatto con l’inedita Aprilia ha lasciato buone sensazioni: “In questi tre giorni abbiamo scoperto la nuova moto, lavorando tanto, con uscite di pochi giri visto che si trattava del primo vero test con la RS-GP 2016 – ha affermato Alvaro Bautista -. Ovviamente non siamo al 100% ma la base di partenza è molto buona, credo che il nostro livello già ora sia simile a quello di fine 2015, con la differenza che siamo solo all’inizio: abbiamo un grande margine di sviluppo mentre con la vecchia moto eravamo al limite. Dobbiamo sistemare ancora molte cose ma sono contento del lavoro fatto da Aprilia, nei prossimi test spero di poter iniziare a mettere le basi per la nuova stagione”.

Soddisfatto anche il pilota tedesco Stefan Bradl che attende il prossimo test in Qatar per ritornare subito in sella alla nuova RS-GP: “Il test è stato davvero importante, la prima presa di contatto con la nuova moto. La prima impressione è stata veramente buona. Avverto una marcata differenza rispetto alla vecchia moto, siamo nella giusta direzione. Al momento il mio feeling è buono, nonostante ci aspetti un lungo lavoro prima di poterci dichiarare soddisfatti. Era prevedibile in questo inizio, si tratta di un progetto completamente nuovo e decisamente impegnativo, ma possiamo davvero dire di essere partiti con il piede giusto”.