MotoGP, Gigi Dall’Igna “esclude” Casey Stoner dal Qatar

Luigi Dall'Igna
Luigi Dall’Igna (© getty images)

 

Nel giorno della presentazione della Desmosedici GP16 il team Ducati si riscopre più determinato che mai a conquistare il gradino più alto del podio. A partire dal direttore generale della casa di Borgo Panigale Gigi Dall’Igna.

 

Se son rose fioriranno

Intervenuto ai microfoni di Sky a margine dell’evento, Gigi Dall’Igna ha espresso propositi ambiziosi per la stagione 2015, pur riconoscendo le difficoltà che la Ducati dovrà affrontare per ritagliarsi un ruolo da protagonista.

“Vogliamo riuscire a essere protagonisti in ogni evento, sarà difficile ma la Ducati deve provarci a tutti i costi”, ha scandito il manager, sottolineando poi che “il lavoro fatto quest’anno è un po’ diverso rispetto a quello degli anni passati. Ci sono stati dei cambi regolamentari importanti, uno legato al software l’altro alle gomme. Aver cambiato fornitore di gomme ci ha imposto un cambiamento anche dal punto di vista della ciclistica. Siamo al 70-80%, dovremmo utilizzare il prossimo test in Qatar per trovare quello che ci manca in vista dell’inizio del mondiale”.

Dall’Igna ha poi escluso che Casey Stoner, tornato in pista nei test invernali, possa prendere il posto dell’infortunato Danilo Petrucci, con il team Pramac, in vista dell’esordio a Losail. “Sono convinto che Petrucci recupererà in tempo, le possibilità che rientri sono veramente alte – ha rivelato – . Poi se Casey dovesse fare qualche wild card questo lo valuteremo nel corso dei prossimi mesi. Non è una cosa di cui ci dobbiamo preoccupare in questo momento”. Come dire: se son rose fioriranno…