Moto3: Enea Bastianini vola nei test di Jerez

Enea Bastianini
Enea Bastianini (photo Facebook)

A Jerez de la Frontera ha preso il via la due giorni di test di Moto2 e Moto3 in vista dell’esordio mondiale in Qatar del 20 marzo. Nella classe minore il miglior crono è stato siglato da Jorge Navarro, ma Enea Bastianini è alle calcagna con un ottimo 1’47″683 in attesa della seconda giornata di domani.

Il Gresini Racing Team Moto3 ha raccolto dati preziosi per lo sviluppo della nuova moto dopo i due giorni di prove a Valencia dell’11 e 12 febbraio scorsi. Enea Bastianini ha dato l’ennesima dimostrazione di poter essere lì davanti a contendersi il podio in ogni week-end, mentre il rookie Fabio Di Giannantonio prende sempre più confidenza con la sua Honda segnando il suo best lap in 1’48″959.

“È stata una giornata divertente e proficua: siamo partiti più o meno dalla base raggiunta nei precedenti test di Valencia e da lì abbiamo iniziato a lavorare, trovando delle soluzioni interessanti – ha dichiarato Enea Bastinini -. Dovremo cercare di migliorare nelle curve più veloci, dove al momento la moto risulta ancora un po’ instabile, anche se in realtà verso fine giornata abbiamo individuato una direzione che potrebbe portarci a individuare il problema e di conseguenza a trovare una buona soluzione”.

Soddisfatto anche Di Giannantonio che ha messo a segno ben 57 giri, compiendo un bel passo avanti rispetto alla prima uscita sul circuito di Valencia di alcuni giorni fa: “Personalmente sono molto contento, a metà giornata ho segnato un buon tempo sul giro e anche i miei tecnici sembrano soddisfatti del lavoro che stiamo svolgendo. A conclusione della giornata ho provato a ottenere un giro veloce con gomme nuove, ma dopo quasi 60 giri sentivo un po’ la stanchezza”.

“Sono molto contento del lavoro svolto oggi: Enea ha tenuto un buon ritmo e a fine giornata si è inserito subito al top, sebbene al momento il giro veloce non sia la nostra priorità – ha detto Fausto Gresini al termine della prima giornata di test -. Sono soddisfatto anche del comportamento di Fabio, che si sta prendendo il giusto tempo per imparare”.