MotoGP, Livio Suppo: “Marquez vuole la pace con Valentino”

Livio Suppo
Livio Suppo (© Getty Images)

 

Marc Marquez tende la mano a Valentino Rossi, ma per interposta persona. Il Fenomeno di Cervera, secondo quanto afferma il team principal della HRC Livio Suppo, è pronto a fare la pace con il Dottore e mettere definitivamente una pietra sopra al controverso finale del Campionato 2015 della MotoGP. Resta ora da vedere se la controparte sia disposta ad accettare la proposta di riconciliazione…

 

Prove di riconciliazione

Ospite nella redazione di LaPresse, il team principal della Honda Livio Suppo ha dichiarato che una stretta di mano fra Marc Marquez e Valentino Rossi “sarebbe positiva e auspicabile”, aggiungendo che “mi ha fatto piacere leggere un’intervista alla mamma di Valentino in cui dice che vuole bene a Marc come a tutti i piloti”.

Tornando sulla polemiche che ha infiammato il finale dello scorso Motomndiale, il manager ha osservato: “Sono ragazzi che hanno tutti la stessa passione e rischiano la vita e sarebbe un bel gesto. Marquez ha sempre detto di avere la coscienza a posto ed è disponibile a stringere la mano. Valentino sembra invece ancora sulle sue, perdere un mondiale dopo che sei stato in testa per sedici gare su diciotto capiscco che possa dare fastidio”.

“Alla fine – ha continuato Suppo –  i tifosi di Valentino continueranno a pensare sempre che aveva ragione lui e così quelli di Marc. Cosa è successo in realtà lo sanno solo loro due: spero si possa voltare pagina, nel nostro sport si rischia la vita e c’è sempre stato grosso rispetto fra i piloti”.

L’occasione per un nuovo inizio è ormai imminente. “Mi auguro che si riparta da zero nei test, Valentino ha già dimostrato di essere competitivo così come Marquez e saranno ancora lì a suonarsele di santa ragione ma come sempre fatto in maniera sportiva – ha scandito il responsabile della Honda -. Speriamo che i tifosi capiscano che bisogna smetterla di pensare a cosa accaduto e guardare avanti”. Quanto alla preparazione del “suo” pilota, “noi possiamo solo dare a Marquez una moto vincente, perché l’unica cosa che lui vuole è vincere le gare e nient’altro”, ha concluso.