F1 Mercedes, Nico Rosberg: “Ferrari minaccia seria”

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©getty images)

Nico Rosberg nel campionato di Formula1 2016 è atteso a un riscatto dopo un 2015 in cui solo nelle ultime gare è riuscito con costanza a battere il compagno di box e campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Se due anni fa il tedesco era arrivato all’ultima gara con la possibilità di vincere il titolo, nella passata stagione non è stato in grado di impensierire il rivale.

C’è chi pensa che anche quest’anno il Mondiale sarà un affare tutto Mercedes, ma sono molti a sperare che qualcuno possa inserirsi per rendere la competizione più spettacolare e imprevedibile. In particolare la Ferrari sembra essere la candidata principale a minacciare il dominio della scuderie di Stoccarda.

Nico Rosberg teme la Ferrari nel 2016

Nella giornata di ieri la Mercedes è stata protagonista di un filming day sulla pista di Silverstone, dove si è vista per la prima volta la nuova W07. Al mattino ha girato Nico Rosberg, mentre nel pomeriggio è toccato a Lewis Hamilton. Il figlio d’arte ai microfoni di Sky Sports ha rilasciato alcune prime impressioni: “E’ stata una giornata speciale. Si tratta sempre di una grande esperienza, perché sappiamo tanto della monoposto ma solo sulla carta: numeri e grafici”.

Quando gli viene domandato se è pronto a lottare con il compagno di team per la vittoria del titolo F1 2016 dopo due anni di delusioni risponde: “Ogni anno è un grande anno, questa volta ho certamente molte buone carte. Devo guardare avanti per competere di nuovo contro Lewis. Guida ad un livello estremamente alto, quindi non è facile”.

Ma Nico Rosberg sa che non dovrà rivaleggiare solo con il pilota inglese, anche la Ferrari è una minaccia seria per la Mercedes: “Certo che Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen potrebbero costituire un pericolo. Prendiamo tutti i nostri avversari molto seriamente, soprattutto Ferrari. Saranno di sicuro un grande pericolo. Vediamo dove saremo nella prima gara”.

Per quanto riguarda il suo futuro, l’intenzione è quella di continuare a correre per la scuderia di Stoccarda: “Per me non c’è alcun dubbio che lavorerò per molti anni con Mercedes. Mi sento a mio agio in questa squadra. Abbiamo ottenuto così tanto insieme e c’è ancora molto da raggiungere”.