Casey Stoner
Casey Stoner (©Getty Images)

Dopo aver testato la MotoGP a Sepang Casey Stoner ha intenzione di salire in sella alla Ducati SBK e svolgere in pieno la funzione di collaudatore. L’ex campione australiano in Malesia è riuscito a piazzarsi davanti ai piloti ufficiali , ma in Australia non è stato schierato in pista ed è rimasto fermo ai box, dove è stato intervistato da WorldSBK.com.

Stoner non resterà al fianco della Ducati Superbike nei prossimi test in Australia in quanto il calendario degli impegni nei prossimi due mesi non lascia spazio ad altre “distrazioni”: “Non sono sicuro di essere qui per la gara, per il test sicuramente no perché andrò a casa una volta terminato il test della MotoGP. Ho un programma molto fitto nei prossimi due mesi quindi non posso passare troppo tempo lontano dalla mia famiglia e da casa, ma dovrebbe andare bene, voglio dire, purtroppo abbiamo avuto brutto tempo in questi ultimi giorni con la MotoGP, quindi speriamo che i ragazzi della Superbike possano avere buone condizioni meteorologiche per i giorni di test prima della gara, così tutti saranno all’altezza”.

Chaz Davies e Davide Giugliano potrebbero ambire al titolo mondiale, rispetto al 2015 sono stati fatti grandi passi avanti e il pilota britannico nello scorso finale di campionato ha dimostrato di poter essere all’altezza dei migliori. A dare manforte al team delle derivate potrebbe giungere anche Casey Stoner nei prossimi mesi: “In questo momento il mio obiettivo principale è la MotoGP, e questo è quello in cui i nostri test devono aiutarci, ma penso che in pista proveremo a fare una prova con la moto del WorldSBK così, solo per avere qualche sensazione e vedere se posso ottenere un feedback che si spera possa aiutare. Avere una persona in più è sempre una cosa positiva, aiuterò con quello che posso. Io lavoro per la Ducati, quindi non si tratta solo di MotoGP, dovunque io possa aiutare ci sarò”.