Test Phillip Island: Marc Marquez 1°, ma cade nel finale

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez alza la voce e dimostra agli sfidanti di essere in corsa per il titolo iridato della MotoGP. Dopo il pessimo avvio di Sepang il fenomeno di Cervera piazza il miglior tempo nel day3 dei test a Phillip Island, dopo aver sfiorato la vetta il giorno prima.

La seconda sessione di prove ufficiali in Australia vede l’atteso ritorno di Marc Marquez in prima fila, dimostrando di aver fatto enormi progressi rispetto alla prima uscita malesiana. La sua Honda RC213V ha migliorato il feeling con la centralina unica ed è pronta a lottare per il Mondiale e inserirsi tra le due Yamaha ufficiali di Rossi e Lorenzo.

Marc ha cominciato subito a girare forte, impostando tempi sul giro molto consistenti che lo hanno messo alle spalle di Maverick Vinales. Intorno a mezzogiorno la pioggia è tornata a cadere costringendo i piloti ad una lunga attesa ai box, ma quando le prove sono riprese il pilota spagnolo si è piazzato subito in cima alla classifica dei tempi con un 1’29″158 sul giro che è rimasto il miglior tempo della giornata. Nella sua ultima uscita Marquez ha riportato una caduta senza conseguenze alla curva 9, dopo aver messo a segno un totale di 64 giri.

“Nel complesso, questi tre giorni sono stati molto buoni. Sono particolarmente contento di oggi, perché abbiamo fatto un grande passo in avanti – ha ammesso il rider di Cervera -. Nel pomeriggio sono riuscito a mantenere un ritmo costantemente veloce, e questa è stata la prima volta in questa preseason che ho iniziato a stare bene con la moto e le gomme nuove. E’ un peccato che alla fine della sessione quando volevamo provare qualcosa di diverso era troppo tardi. Ho spinto forte allo stesso tempo, ho perso l’anteriore e sono caduto. La cosa importante è che sono rimasto illeso e il lavoro che abbiamo fatto è stato positivo. Ieri ci siamo concentrati sulla regolazione dell’elettronica per trovare una buona base – ha concluso Marc Marquez -, oggi penso che abbiamo fatto un buon lavoro alla ricerca di equilibrio nella messa a punto della moto”.