Pagani Huayra BC: una dreamcar da 2,3mln €

Pagani Huayra BC (foto Twitter)
Pagani Huayra BC (foto Twitter)

 

Un’autentica ed “estrema” esplosione di potenza, sprigionata dalla bellezza di 800 CV, abbinata al top del lusso e dell’esclusività, per esaltare al massimo le prestazioni stradali. Ecco il biglietto da visita della Pagani Huayra BC, che mostriamo ai lettori di Tuttomotoriweb in una delle sue prime foto ufficiali in attesa del debutto al Salone di Ginevra e della produzione della serie limitata a 20 preziosissime unità.

 

Più unica che rara

La hypercar Pagani Huayra BC riesce nella non facile impresa di far sognare chiunque si affacci sul mondo delle quattro ruote. Come anticipato qualche settimana fa, il nuovo modello – in serie limitata a 20 esemplari – è dotato di nuovo cambio e di ottimizzazioni dinamiche e alleggerita nel peso. Ma il vero atout del gioiellino del marchio modenese sta negli 800 CV di potenza che è in grado di mettere sull’asfalto, garantiti dal motore V12 biturbo 6.0 litri di Casa Mercedes (1.100 Nm di coppia massima).

Come accennato, la sua nuova creatura sarà protagonista tra pochi giorni al Salone di Ginevra, ma Pagani ha deciso di svelarne le immagini in anteprima. Benny Caiola, il grande collezionista d’auto italo-americano scomparso nel 2010, follemente innamorato del marchio automobilistico di San Cesario sul Panaro, al quale Horacio Pagani ha voluto dedicare questo suo nuovo modello (di qui la sigla “BC”), ne sarebbe stato senz’altro entusiasta.

Vale la pena di rimarcare che rispetto al modello standard la Pagani Huayra BC guadagna un’ulteriore dose di potenza di 60 CV e 100 Nm di coppia e riduce il peso 1.218 kg (ben 132 kg in meno) grazie a una serie di scelte costruttive, come i nuovi cerchi forgiati APP e il nuovo sistema di scarico in titanio.

A ciò si aggiungono le nuove sospensioni Avional e una nuova tipologia di fibra di carbonio, più leggera e più resistente (rispettivamente del 50% e del 20) in confronto a quella utilizzata finora, e alcune ottimizzazioni aerodinamiche alle quali ha collaborato Dallara. Tutte le componenti della carrozzeria – a eccezione del tetto – sono state infatti modificate per rendere la supercar ancora più incollata alla strada quando sfreccia alle velocità più elevate.

Tornando al capitolo motorizzazione, tra le novità più interessanti si segnala l’introduzione di una nuova generazione di cambio automatico a 7 rapporti, sviluppato da Xtrac e dotato di attivazione elettro-idraulica, nuovo software e sincronizzatori in fibra di carbonio. La nuova trasmissione, più leggera del 40%, dimezza i tempi di cambiata rispetto al vecchio dispositivo. La supercar monta inoltre l’impianto frenante Brembo con dischi in carbo-ceramica, mentre sui cerchi da 19 e 20 pollici trovano posto gli pneumatici Pirelli P Zero Corsa (optional i più sportivi Pirelli P Zero Trofeo R).

I dettagli delle prestazioni della Huayra BC sono ancora top secret, ma è assai probabile che lo sprint 0-100 km/h possa completarsi in circa 3 secondi. Un privilegio sicuramente riservato a pochi, visto che il prezzo di ognuno dei 20 esemplari della dreamcar (tra l’altro tutti già venduti) si aggira sui 2,3 milioni di euro!