MotoGP, Valentino Rossi: “Preferisco la moto dell’anno scorso”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi chiude la terza giornata di test a Phillip Island al 5° posto e si piazza 6° nella classifica combinata dei tre giorni. Il Dottore migliora ulteriormente il feeling con la sua Yamaha YZR-M1, anticipa il compagno di team Jorge Lorenzo e insegue a meno di tre decimi la Honda di Marc Marquez. Numeri che richiedono conferma nei prossimi test in Qatar.

Per i team della MotoGP non è stata una sessione molto proficua visto che la pioggia ha ostacolato la prima e terza giornata. Valentino ha focalizzato l’attenzione su nuovi elementi e sul confronto tra la moto del 2015 e la nuova, ma le prime impressioni propenderebbero a scegliere la M1 dell’anno scorso.

Nel day 3 il suo miglior giro è stato siglato in 1’29.435 che gli ha assicurato il quinto posto in ordine di classifica, appena 0.277s dal miglior crono fissato da Marc Marquez. Il suo miglior tempo del week-end, a 1’29.404s, lo mette in sesta posizione nella classifica combinata, appena 0.273 secondi dal primo.

“Purtroppo anche oggi le condizioni non erano fantastiche – ha dichiarato Valentino Rossi -. Alla fine abbiamo avuto solo un buon giorno che era ieri, ma è meglio di niente. Oggi abbiamo continuato il nostro lavoro per un po’, soprattutto abbiamo confrontato le due differenti moto e penso che useremo la moto che è più simile al modello dello scorso anno. E’ stato un test positivo, soprattutto ieri, ma anche oggi. Mi sento bene con la moto e con le gomme e il mio passo non era così male – ha concluso il campione di Tavullia -, quindi sono abbastanza soddisfatto”.

 

Il parere di Massimo Meregalli

In casa Movistar Yamaha regna soddisfazione per le prestazioni dei due piloti che lasciano presagire un’altra stagione alla ribalta: “Nel complesso possiamo essere abbastanza soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto, se si prende in considerazione la piccola quantità di tempo di prova che era disponibile in questi ultimi tre giorni – ha detto Massimo Meregalli -. L’unico inconveniente è stata la caduta di Jorge, molto probabilmente a causa delle condizioni di freddo. Anche se abbiamo avuto un po’ di tempo variabile e ancora non siamo riusciti a mettere su molti giri, abbiamo completato la maggior parte del lavoro che avevamo programmato per questo test. Siamo venuti qui con l’imperativo di decidere su quale moto iniziare la stagione… Siamo sicuri che saremo pronti per ulteriori test in Qatar nel giro di due settimane”.