MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Voglio sfruttare Casey Stoner al meglio”

Gigi Dall'Igna (© Getty Images)
Gigi Dall’Igna (© Getty Images)

 

Casey Stoner girerà da solo il 6-7 marzo prossimi in Qatar, senza confrontarsi direttamente con i piloti ufficiali del team Ducati Andrea Iannone e Andrea Dovizioso sul circuito di Losail. Alla base di questa decisione, si mormora nell’ambiente della MotoGP, c’è la volontà di evitare qualsiasi rischio di destabilizzare il team, nel caso in cui l’australiano fosse di nuovo il più veloce, come già successo in Qatar.

Se la priorità dei manager Ducati è non incrinare il clima in squadra, pare scontato che Stoner non correrà la gara d’apertura in Qatar (20 marzo) e con ogni probabilità neanche quelle immediatamente successive. Eppure il “boss” di Borgo Panigale Gigi Dall’Igna assicura che l’australiano verrà “sfruttato al meglio”. In che senso?

 

Il fattore “S”

Nel test del Qatar “sicuramente dovremo fare parecchio lavoro”, premette Gigi Dall’Igna ai microfoni di Sky, e soprattutto “dare la priorità giusta alle cose da provare”, visto che subito dopo avrà inizio il campionato vero e proprio. “L’obiettivo di quest’anno – spiega – è proprio cercare di adattare la moto alle gomme, cosa che non è molto facile da fare perché chiaramente i dati raccolti l’anno scorso sono stati relativamente pochi, quindi la possibilità di sbagliare è sicuramente alta”.

Quanto al contributo di Stoner, “l’obiettivo era quello di cercare di integrarlo nel gruppo, perché sicuramente è una persona importante, e vorrei capire come sfruttarlo al meglio”.

Infine un cenno al “corteggiamento” della Ducati nei confronti di Jorge Lorenzo: alla luce dei risultati ottenuti da un anno a questa parte con la Yamaha, “credo che sia abbastanza naturale che il suo primo obiettivo è quello di restare lì”, osserva Dall’Igna. “Poi chiaramente si vedrà….”, conclude. Come dire: la porta è sempre aperta…