Ocean Gala: nave di lusso per i migranti “svedesi”

(foto dal web)
(foto dal web)

 

Una yacht di lusso per accogliere la nuova ondata di profughi e tamponare l’emergenza migranti. Sembra qualcosa di paradossale, eppure è la situazione per la quale ha optato il governo svedese, non avendo altro modo per affrontare la crisi, noleggiando un’enorme nave da crociera qual è l’Ocean Gala con tanto di teatro, palestra, piscina e svariati ristoranti. L’unica nota dolente è che per ospitare 2mila rifugiati a bordo Stoccolma spenderà oltre 80mila euro al giorno.

 

Un’idea “fuori dagli schemi”

La decisione di affittare l’Ocean Gala è stata presa dalle autorità svedesi responsabili per l’immigrazione, le quali hanno ammesso di aver dovuto “pensare fuori dagli schemi” per affrontare la crisi. Ma la popolazione di Härnösand (circa 450 km a nord di Stoccolma), nel cui porto la nave ha trovato (per il momento) dimora, ha già manifestato la propria contrarietà all’iniziativa.

Per rendersi conto della portata dell’operazione, basti pensare che per un soggiorno a bordo dell’Ocean Gala – un tempo la più grande nave da crociera del mondo, con i suoi quasi 200 metri di lunghezza – i vacanzieri devono sborsare poco meno di 2mila euro a settimana. A regime, la gigantesca imbarcazione ospiterà 1.790 immigrati.

“Chi alloggerà a bordo di quella nave avrà sicuramente il suo bel da fare mentre aspetta una risposta dalle autorità – ha fatto notare una fonte anonima, come riporta il Daily Mail – . E il teatro non è niente male”.

Le camere più chic a bordo (sul totale di 768 cabine) hanno anche una terrazza privata, per offrire agli ospiti “abituali” una visuale mozzafiato o una location impareggiabile per prendere il sole, oltre ovviamente a salotto e sala da pranzo.

Certo, a quelle latitudini il soggiorno non sarà così “esotico”, ma questo non toglie nulla – al netto delle facili ironie – all’originalità dell’iniziativa.