Test Phillip Island, Valentino Rossi: “Ci aspettavamo l’estate, ma è inverno”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi e il team Movistar Yamaha hanno cercato di sfruttare la prima giornata di test in Australia nonostante il maltempo incerto abbia impedito di lavorare secondo le previsioni. Il Dottore ha messo a segno 27 giri in totale e stabilito il sesto crono di giornata in 1’33″088, sfruttando la fase finale per periodi leggermente più lunghi di condizioni asciutte.

Dopo due ore di attesa al mattino il circuito di Phillip Island ha offerto piccoli sprazzi utili per testare le nuove moto. I piloti Yamaha hanno utilizzato con saggezza il poco tempo a disposizione per analizzare il comportamento delle gomme Michelin e della centralina unica sul bagnato. Rossi ha avuto modo di salire in sella sua sulla YZR-M1 del 2015 e confrontarla con quella del 2016.

“E’ molto positivo venire qui a Phillip Island, perché abbiamo un sacco di cose diverse da provare, in particolare gli pneumatici e sappiamo che questa pista è sempre molto impegnativa per le mescole – ha dichiarato Valentino Rossi -. Purtroppo ci aspettavamo l’estate, ma è inverno. Oggi il meteo è cambiato un minimo di dieci volte, abbiamo dovuto aspettare un sacco ed è stato abbastanza frustrante perché era importante fare un certo lavoro, ma non abbiamo fatto un sacco di giri. Siamo stati in grado di fare alcuni giri sul bagnato e anche alcuni giri sull’asciutto alla fine. Speriamo che domani e venerdì il tempo sia migliore”.

“E’ sempre difficile trovare la finestra giusta per utilizzare il pneumatico intermedio, ma può aiutare. In passato era piuttosto pericoloso uscire in condizioni metà e metà – ha ricordato il pesarese -. Credo che quest’anno possiamo utilizzare il tempo in modo più efficace, ma qui a Phillip Island il feeling con la moto e le gomme sono cambiate molto rispetto allo scorso anno, quindi abbiamo bisogno di lavorare; ogni tracciato può essere differente”, ha concluso Rossi.