MotoGP: Luca Cadalora “consulente tecnico” di Valentino Rossi?

Valentino Rossi
Valentino Rossi (© Getty Images)

 

Una delle “sorprese” del movimentato primo giorno di test a Phillip Island è stata la presenza di Luca Cadalora nel box di Valentino Rossi. Seguiuta dalla (parziale) conferma delle trattative in corso per un suo ingaggio come “consigliere tecnico” del Campione di Tavullia.

 

Un “tutor” per il Dottore

L'”avvistamento” nel box Yamaha di Luca Cadalora, tre volte campione del mondo, ha indotto più d’uno a rimarcare come la sua presenza possa essere importante per Valentino Rossi. “Ha una grande passione per la moto ed è un pilota molto tecnico, nei mesi scorsi abbiamo girato insieme a Misano e ci siamo scambiati idee molto interessanti” ha confidato a tale proposito il Dottore, una volta terminata la prova, secondo quanto riferisce Sportfair.

Il modenese, 52 anni, un titolo iridato in 125 e due in 250, starebbe per diventare consulente tecnico del pilota più vincente dell’era moderna. Una sorta di aiutante di campo, incaricato di osservare Valentino in pista e poi fornire le sue impressioni.

“Potrebbe essere molto utile avere una persona che mi dice cosa succede in pista e mi può dare aiuto – ha aggiunto – . Non ho mai avuto accanto una figura di questo genere, forse potrebbe servire”.

Luca Cadalora svolge lo stesso lavoro nel team Superstock ufficiale di Yamaha. Il suo compito è far sbocciare il talento ancora in nuce delle “stelline” Riccardo Russo e Florian Marino, pilotandoli alla conquista di una Coppa del Mondo più insidiosa che mai. “Si, so che Luca sta lavorando bene con questi ragazzi, ne abbiamo parlato a lungo. Se finalizzeremo qualcosa ve lo faremo sapere”, ha tagliato corto il Pesarese.

Lo stesso Cadalora per ora non si è sbilanciato troppo, evitando di entrare troppo nei dettagli: “Vediamo come vanno le cose qui e poi decideremo se continuare insieme” ha detto l’ex pilota italiano, come riporta Motorsport.

Può sembrare strano che un campionissimo di 37 anni abbia bisogno di un “tutor”, anche se d’eccezione, come nel caso di Cadalora. Ma, come dice l’adagio, non si finisce mai di imparare…