Phillip Island, Jorge Lorenzo: “Strane sensazioni con le slick”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Giornata poco costruttiva per Jorge Lorenzo e Movistar Yamaha che, nonostante l’incertezza del meteo, sono riusciti a compiere 24 giri ottenendo però solo un 16esimo piazzamento. Un’ulteriore conferma che sul bagnato il campione iridato sembra trovarsi in difficoltà.

Il pilota maiorchino è stato il primo a scendere in pista sul circuito di Phillip Island, dove piogge, schiarite ed acquazzoni si sono alternati in maniera nevrotica. Provvisoriamente al terzo posto nella classifica dei tempi Lorenzo ha subito una battuta d’arresto nel pomeriggio a causa del meteo ostile, allestendo appena due giri con gomme slick prima del finale di giornata e decidendo di chiudere il test in anticipo, onde evitare inutili rischi.

Del resto dopo la sessione malesiana di inizio febbraio sono gli altri a dover inseguire. “E’ stata una giornata molto sfortunata. Noi siamo qui in estate e, come possiamo vedere nelle gare di Superbike, di solito c’è bel tempo, ma oggi siamo stati sfortunati – ha raccontato Jorge Lorenzo -, con condizioni miste. Non erano molto buone le condizioni neppure sul bagnato e non c’è stato molto tempo per girare in queste condizioni. E’ stato particolarmente importante per testare la nuova elettronica sul bagnato. Ho fatto solo due giri con le slick e ho avuto strane sensazioni. Non vedo l’ora che arrivi domani, con una giornata completa di buone condizioni di asciutto – ha concluso il campione in carica, per capire come la moto sta lavorando con le gomme Michelin”.

 

Il commento del team manager

Stamane in condizioni di asciutto la M1 ha evidenziato alcune difficoltà, quindi sarà fondamentale una giornata senz apiogge per sviluppare al meglio la moto in vista dell’inizio del Mondiale che prenderà il via tra un mese: “I piloti si sono concentrati su come ottenere familiarità con le gomme Michelin e l’elettronica in queste condizioni umide e hanno dato un buon feedback – ha spiegato Massimo Meregalli -. Domani speriamo per sessioni asciutte più lunghe in modo da poter realizzare i nostri progetti di test come previsto e correggere eventuali sentimenti instabili che abbiamo vissuto in condizioni di asciutto oggi”.