Fiat Toro: lanciato in Brasile il pick-up “alternativo” (VIDEO)

Fiat Toro (foto Twitter)
Fiat Toro (foto Twitter)

 

Ricordate la Fiat Toro di cui vi abbiamo parlato qualche settimana fa, quando l’ambizioso progetto del pick-up era ancora in fieri? Ebbene, lo storico marchio (ex) torinese ha deciso di lanciarlo in Brasile via Internet. Si parte con due motori, 2wd-4wd, e prezzi da Jeep Renegade.

 

Il simbolo di una svolta

Fiat ha alzato il velo sul nuovo Sport utility pick-up (SUP) Toro  alle ore 20 locali del 15 febbraio 2016, mostrandolo in tutte le sue versioni, con una diretta video trasmessa sul sito Internet dedicato alla new entry del Lingotto.

Come già anticipato da Tuttomotoriweb, il nuovo veicolo progettato e prodotto nel modernissimo impianto dello Stato di Pernambuco, dove viene assemblata anche la Renegade, segna una vera e propria svolta per il lo storico brand, simboleggiando il ciclo di rinnovamento di FCA in Brasile e in America Latina e il futuro sviluppo di Fiat, come ha spiegato al lancio Stefan Ketter, presidente FCA per l’America Latina: “Rappresenta il pensiero e le attitudini di FCA. L’audacia si somma all’eccellenza, all’efficienza, alla qualità, e soprattutto alla creatività per generare nuove opere, insolite, emozionanti. Così, più che una macchina, rappresenta il simbolo di ciò che possiamo fare ora e in futuro”.

Lungo 4,915 metri, largo 1,844 e alto 1,735/1,746, con un passo di 2.990 mm, una capacità di carico di 650 kg per il benzina e di 1000 kg per il Diesel, Fiat Toro è un veicolo da lavoro versatile e orientato al divertimento di guida. Un pick-up “alternativo”, che che strizza l’occhio agli sportivi e alle famiglie possibilità di personalizzazione, e grazie al serbatoio di 60 litri ha un’ampio raggio d’azione (cosa non da poco in Sudamerica!), mentre l’altezza da terra di 20,6 cm all’anteriore e 27,9 cm al posteriore gli consentono di affrontare agevolmente le buche degli sterrati tipici delle strade brasiliane.

Con la popolare Jeep Toro condivide piattaforma, meccanica e, assicurano da Casa Fiat, la qualità di tipo automobilistico. Tutto ciò si aggiunge ad alter caratteristiche salienti della vettura, come lo stile accattivante, le capacità off-road da fuoristrada e il comfort da Suv, senza dimenticare la tecnologia e la sicurezza (ben 7 gli airbag di serie).

Al lancio, Fiat Toro viene proposto con carrozzeria a quattro porte e due motori, un benzina 1.8 16V con cambio automatico a 6 rapporti abbinato alle due ruote motrici e un turbodiesel 2.0 da 170 Cv offerto sia 2WD sia 4WD, con cambio manuale o automatico a nove rapporti.

I prezzi sono decisamente interessanti: l’entry level costa 76.500 reals (pari a 17.150 euro), esattamente come la Jeep di secondo prezzo, con motore 1.8 da 132 CV e allestimento sport (l’entry level base è proposta a 68.990 reals) o una Fiat Bravo con lo stesso propulsore. Il top di gamma 2.0 Diesel 4×4 Automatico in allestimento Volcano è invece a listino a 116.500 reals (6.900 real in più del Freemont “base”). Alzi la mano chi non ci sta già facendo un pensierino…