Danilo Petrucci ‘Rain Man’: “Felice di essere competitivo”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (©Getty Images)

Dopo il podio bagnato di Silverstone Danilo Petrucci si rivela “rain man”, l’uomo della pioggia, il pilota che sa esaltarsi dove gli altri non osano. Il pilota del team Octo Pramac Yakhnich chiude la prima giornata di test con il miglior crono, confermando le prime buone sensazioni affiorate già in Malesia, e Scott Redding si piazza 4°.

In una giornata contrassegnata indelebilmente dal meteo ‘impazzito’, con schiarite, piogge e acquazzoni che si sono alternati a ritmo frenetico, Petrux è riuscito a sfruttare quel raggio di sole pomeridiano per fermare il cronometro a 1’31″764 con le gomme slick, risultando l’unico pilota nel primo giorno di test a scendere sotto il muro dell’1:32” a oltre sette decimi dalla seconda posizione.

“Sono contento di essere competitivo. Siamo molto fiduciosi ed è bello iniziare con il piede giusto, con queste buone sensazioni – ha affermato Danilo Petrucci -. Sono molto felice per come siamo partiti in questa stagione. Il primo tempo? Spero di poterlo fare anche quando conterà qualcosa ma è sempre bello chiudere al primo posto. Oggi è stata una giornata difficile a causa del meteo. Al mattino avremmo potuto anche girare sul bagnato ma le condizioni non erano il massimo – ha aggiunto il rider umbro -. Abbiamo fatto pochi giri ma sono comunque soddisfatto perchè abbiamo prodotto un po’ di dati. In sostanza abbiamo guadagnato due run per capire in che direzione andare con la moto”.

Quarta piazza per Scott Redding che ha dimostrato di migliorare progressivamente il feeling con la Desmosedici GP15 anche in condizioni difficili: “Ho fatto 41 giri ma non sono stati tutti così utili. E’ stato un buon allenamento nella pioggia e abbiamo fatto qualche giro sull’asciutto. Alla fine abbiamo fatto due cose che volevamo fare anche se mi sarebbe piaciuto poter avere più continuità invece che entrare ed uscire continuamente dal box a causa del meteo – ha detto il pilota britannico -. Il tempo sul giro è ok anche perchè stiamo ancora lavorando sulla moto e le condizioni trovate oggi non erano esattamente le migliori”.