MotoGP, Graziano Rossi: “Valentino incazzato con Lorenzo e Marquez”

Graziano Rossi (Getty Images)
Graziano Rossi (©Getty Images)

Graziano Rossi, padre di Valentino Rossi, nel giorno del 37° compleanno del figlio è stato interpellato dalla trasmissione Tutti Convocati in onda sulle frequenze di Radio24. Interessanti le sue dichiarazioni.

L’ex pilota ha esordito facendo subito un augurio importante al nove volte campione dell’anno, auspicando che anche nel 2016 possa lottare per vincere il titolo: “Quest’anno sarà difficile come l’anno scorso. Ma speriamo di trovarci verso la fine del campionato nella possibilità di portare a casa questa meravigliosa coppa che l’anno scorso è sfuggita per un pelo. Quest’anno magari conquistiamo un pelo in più (ride, ndr)”.

 

Graziano Rossi: i ricordi e le motivazioni di Valentino

Gli viene poi chiesto quale delle 112 vittorie di Valentino Rossi gli è rimasta maggiormente nel cuore e lui non esita a rispondere: “Mi viene in mente Donington in 500 con la pioggia, quella la  ricordo con particolare affetto perché fu la prima nella classe 500 e io sapevo che per diventare piloti bravi bisognava vincere nella 500. Quindi è stata una conferma così meravigliosa che ho tagliato tutti i capelli quella volta”.

Graziano Rossi successivamente ricorda la prima moto sulla quale ha fatto salire Vale: “Era un Malaguti basso con motore 50 e possedeva le rotelline. Lui non era salito né in moto e neppure in bicicletta prima di allora, non aveva neanche due anni. Abbiamo cominciato con quella lì, che mi aveva regalato un mio amico. Due giorni dopo ho visto che potevo anche proporre di togliere le rotelline e così abbiamo fatto. Poi ha cominciato a fare i traversi con il piedino per terra, era meraviglioso”.

Alla domanda “Quando capisci che un ragazzo ha talento?” ha così risposto: “Io ho capito che era il momento di montarsi la testa quando ha vinto in 500 a Donington la prima volta. Anche se un babbo non dovrebbe mai montarsi la testa, ma lì viene da dire che era bravo davvero”.

Graziano Rossi ha avuto modo di raccontare anche come ha passato l’inverno il figlio: “Al Ranch si è allenato molto. Poi abbiamo preparato una Subaru con i cerchi da 18″ con i chiodi lunghi per andare sulla neve sul Monte Nerone, però la neve non è ancora venuta”. Valentino Rossi è molto concentrato nell’allenarsi e prepararsi al nuovo campionato MotoGP 2016: “Lavora come l’anno scorso – spiega -. Però quest’anno non lo fa vedere, ma è incazzato molto incazzato con Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Questa è l’unica nota positiva lasciata dal casino dell’anno scorso. Nel 2016 lui ha questa grande motivazione in più”.

La Yamaha nei primi test di Sepang ha dimostrato di essere messa meglio di Honda e Ducati, non di poco. Però Rossi senior mantiene i piedi per terra: “Non ci deve far illudere più di tanto. La Honda recupererà in un attimo lo svantaggio. Quando partirà il campionato saranno tutti lì, vicini come sempre. Non credo che la Yamaha avrà un vantaggio, neppure inizialmente”.