Ducati, Ciabatti: “Nessun problema tra Stoner, Iannone e Dovizioso”

Casey Stoner
Casey Stoner (©Getty Images)

Casey Stoner ha lasciato la Honda per ritornare alla sua amata Ducati, una decisione che ha destato un certo scalpore nel mondo della MotoGP, soprattutto dopo che l’ex campione australiano ha detto che Marc Marquez e il suo team si sarebbero sentiti minacciati dalla sua presenza. Ma a Borgo Panigale sono certi che non accadrà la stessa cosa con Andrea Iannone e Andrea Dovizioso.

Nella terza giornata dei test di Sepang Casey Stoner è stato il più veloce tra i piloti della Ducati, seminando un certo imbarazzo tra i tifosi della Rossa che sognano il suo ritorno in pista a tempo pieno. Sarà stato forse un caso il suo crono, ma la sua prestazione potrebbe far nascere il dubbio che il problema della Ducati non sia tanto la Desmosedici, quanto la mancanza di un pilota capace di trovare il giusto feeling con la moto, causando un certo malumore nei box.

Uno spettro smentito e allontanato da Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo Ducati Corse, che in un’intervista a Speedweek.com ha ribadito che il ritmo di Stoner non avrà nessun impatto negativo sui due piloti: “Penso che capiscano che Casey ci può aiutare. A mio parere non vedono Casey come una minaccia, perché ha ripetuto chiaramente che non vuole lavorare di nuovo come pilota. Quindi penso che lo vedono come un’opportunità. Essi sanno che esiste una forte concorrenza nella classe MotoGP. Tutti possono essere più veloci di loro, dovrebbe essere una motivazione per migliorare se stessi”.

D’altronde Andrea Dovizioso ha già condiviso con l’australiano il box della Repsol Honda “e lo rispettava molto. Ha visto che talento è. Iannone è molto fiducioso. Casey… ci mostra ciò che può rendere la moto. Quindi è anche in grado di formare i nostri piloti. Abbiamo un’idea molto precisa del ruolo di Casey. Ha detto che vuole aiutare la Ducati – ha concluso Paolo Ciabatti -. Aiuto per Ducati significa aiutare Dovizioso e Iannone a diventare ancora più competitivi”.