Sebastian Vettel: “Vorrei lottare con Kimi per il Mondiale”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Dopo una prima stagione ad alti livelli con la Ferrari Sebastian Vettel si appresta a vivere il suo secondo Mondiale al volante della Rossa, per cercare di dare l’assalto al titolo iridato di F1 saldamente nelle mani della Mercedes da due anni a questa parte. Sul suo sito web il pilota tedesco riassume il 2015, il suo sogno della Ferrari e il campionato ormai alle porte.

Il quattro volte campione di Formula 1 Sebastian Vettel riassume in questo modo il Mondiale 2015: “Perfettamente. Non avrei mai immaginato che la mia prima stagione con la Ferrari andasse bene. Ciò che più mi ha impressionato è la dedizione, la passione, l’entusiasmo e il fascino di ogni singolo dipendente, ma anche i fan del marchio Ferrari. Ferrari è semplicemente un mito”.

Il pilota tedesco ha inseguito il sogno del Cavallino sin da bambino, è cresciuto guardando le vittorie di Michael Schumacher, il suo beniamino e guida “spirituale” durante gli anni insieme in F1: “Ferrari per me è stato sempre qualcosa di speciale. Da piccolo sognavo di stare seduto in una Ferrari. Ferrari grazie alla storia e alla tradizione gode di una posizione speciale in Formula 1”. E l’influenza di Michael Schumacher è evidente fino ad oggi: “Ovunque appendevo le immagini di Michael e di molte persone di quel tempo che sono ancora parte della squadra”.

Ma il prossimo Mondiale bisogna tentare il sorpasso alle Mercedes, un’impresa al limite del possibile nonostante le premesse siano ottimiste: “Non è un segreto che non siamo ancora lì dove vogliamo essere e ci sono cose che dobbiamo migliorare”, ha sottolineato Sebastian Vettel. Quante sono le possibilità di vittoria? “Chiedete a un bookmaker di fare un pronostico sulla prossima stagione, è sempre difficile, ma ovviamente daremo tutto. Dovrei augurarmi che Kimi sia il mio rivale di Coppa del Mondo, perché ciò significherebbe che abbiamo una macchina molto forte, con il quale possiamo lottare per il titolo”.