Nicolò Bulega va subito forte: “Mi sento già a casa”

Romano Fenati, Nicolo Bulegà e Andrea Migno
photo Facebook @NicoloBulegaOfficial

I piloti del team Sky Racing VR46 hanno concluso la due giorni di test privati a Valencia con ottimi risultati: Romano Fenati è risultato il più veloce insieme a Jorge Navarro, seguiti dal rookie Nicolò Bulega, mentre Andrea Migno è fuori dalla top ten con circa un secondo di ritardo dal vertice.

Romano Fenati (leggi la nostra intervista) conferma la sua esperienza e qualità in questa prima uscita stagionale in sella alla nuova KTM. Il pilota di Ascoli Piceno ha migliorato rispetto alla prima giornata andando a contendere il best lap del venerdì a Navarro. “Un buon risultato ma comunque si tratta di tempi ufficiosi e magari qualcuno ha girato più forte – ha detto in un’intervista ai microfoni di Sky Sport -. Ma abbiamo girato forte, abbiamo migliorato rispetto a ieri, abbiamo fatto un buon lavoro e sono contento dopo due mesi e mezzo che non salivo in moto. Dobbiamo però migliorare da metà gara in poi con l’usura della gomma.

Il campione del CEV Moto3 Nicolò Bulega (leggi la nostra intervista) sembra aver trovato subito la “strada di casa” con il team Sky Racing VR46 piazzando uno dei migliori tempi nella seconda giornata di prove al Ricardo Tormo. “E’ il primo test con il team però mi sento già di casa, tutti i ragazzi del team sono fantastici. Conosco questa pista e sicuramente bisognerà aspettare perchè il Mondiale non è il CEV, vanno tutti molto forte e quindi aspetterei prima di dire di essere competitivo – ha detto Nicolò Bulega a Sky Sport’ -. Ringrazio Romano (Fenati, ndr) che mi ha aiutato molto a fare il mio miglior giro, non ho guardato gli altri, ma solo i miei compagni di squadra”.

Il più scontento è Andrea Migno non ancora soddisfatto dei tempi sul giro: “Però sono contento per il lavoro sulla moto dei meccanici, quest’anno siamo davvero un team forte, anche Fenati e Bulega sono andati forti. Il problema è stato solo mio, ho fatto fatica ad adattarmi, a trovare il ritmo gara, sono un po’ come un motore a diesel – ha scherzato Migno ai microfoni di Sky Sport -. Il mio errore è stato non aver trovato il feeling di gara però abbiamo visto quali sono i problemi, la moto va molto bene e vediamo a Jerez cosa riusciamo a fare. L’obiettivo è essere pronti per il Qatar”.