MotoGP, Guido Meda: “Jorge Lorenzo è ancora favorito”

Guido Meda e Valentino Rossi (Getty Images)
Guido Meda e Valentino Rossi (© Getty Images)

Il decano dei giornalisti che seguono il motociclismo sportivi (nonché voce ufficiale della MotoGP su Sky) Guido Meda sarà uno dei conduttori della storica trasmissione Top Gear, in onda dal 22 marzo prossimo su Sky Uno. Proprio in questi giorni è impegnato con le prime registrazioni nella zona dell’aeroporto di Cerrione (Biella). “Ci avete accolti benissimo – spiega il cronista a Newsbiella – per me Top Gear è un sogno che si realizza”. E sui duelli del Motomondiale 2016 azzarda un pronostico: “Lorenzo è ancora favorito”.

 

Lo spettacolo nello spettacolo

Guido Meda annuncia che il lavoro sul set di Top Gear procede “benissimo”. “Stiamo continuando a registrare non solo i promo ma anche buona parte delle trasmissioni – dice – . E poi qui si sta proprio bene”.

Merito anche – aggiunge Meda – di una città che ha accolto l’intera troupe “alla grande”. A Biella “la gente è molto gentile e curiosa di sapere come si svilupperà la trasmissione – confida – … d’altronde sapevamo che venendo qui avremmo trovato condizioni ideali per lavorare”.

La conduzione di Top Gear è per lui, “da appassionato di aeronautica e di auto sportive, è un sogno che si realizza”. Quanto al pubblico, dovrà misurarsi con un format che rispecchia quello dell'”originale” inglese. “Per un semplice appassionato di macchine si tratta di mantenere alta una passione, e noi inseriremo tanta adrenalina – osserva Meda – . Una persona non appassionata riuscirà a capire come regredire e tornare bambino avendo un ‘giocattolo’ tra le mani. Questo vale anche per le donne”.

Impossibile non approfittare della presenza di un esperto delle due ruote come Guido Meda per chiedergli un parere sulla stagione della MotoGP ormai alle porte. “C’è ancora grande tensione tra le parti in causa (Rossi, Marquez e Lorenzo) ma credo che tutto ciò si trasformerà semplicemente in battaglia agonistica dalla forte intensità – prevede in conclusione il giornalista – . Ci sono tante variabili in gioco, cambiano regolamenti e moto. Lorenzo è ancora favorito per il Mondiale, ma nel complesso ci divertiremo tanto”. E’ quel che ci auguriamo anche noi di Tuttomotoriweb.