Ducati, Luigi Dall’Igna: “Scambio di informazioni tra MotoGP e SBK”

Gigi Dall'Igna (© Getty Images)
Luigi Dall’Igna (© Getty Images)

Alla presentazione del team Aruba.it era presente anche Luigi Dall’Igna, Direttore Generale di Ducati Corse, che ha voluto illustrare i progressi compiuti sulla moto di Chaz Davies e Davide Giugliano per consentire loro di puntare al titolo Mondiale Superbike 2016.

Per il secondo anno consecutivo la presentazione della Ducati SBK si è tenuta nella sede centrale di Arezzo, dove i due alfieri hanno tolto i veli dalla Panigale R che quest’anno partirà con l’obiettivo di portare a casa il titolo iridato che manca dal 2011 ad opera di Chaz Davies.

Alla presentazione ufficiale non poteva mancare lo stratega Luigi Dall’Igna: “In quest’ultimo biennio abbiamo cambiato tante cose, in primis migliorando lo scambio di informazioni tra i progetti MotoGP e Superbike per far crescere le nostre due realtà parallelamente, per quest’anno abbiamo apportato dei cambiamenti alle moto ed alla nostra struttura organizzativa. Sul primo punto i regolamenti avvicinano le moto SBK da corsa alla moto di serie e di questo siamo molto fiduciosi: la Panigale R riteniamo sia la miglior moto sportiva sul mercato. Quanto alla struttura, abbiamo introdotto diversi elementi indispensabili per migliorare lo scambio di informazioni e competenze tra MotoGP e Superbike. L’obiettivo è puntare a vincere il titolo mondiale”.

Ma la riscossa della Ducati non parte solo da una nuova moto, ma anche da nuovo personale specializzato, come i due tecnici di grande esperienza Aligi Deganello e Paolo Biasio che lavoreranno al fianco di Davide Giugliano: “Abbiamo aggiunto un ingegnere che arriva dalla MotoGP per cercare di migliorare ulteriormente lo scambio di informazioni tra queste due categorie – ha proseguito Dall’Igna – e questo penso che ci possa far diventare ancora più performanti e dare ai nostri piloti una moto che sia ancora più competitiva. Abbiamo migliorato anche la squadra di Davide (Giugliano, ndr), nel senso che abbiamo portato due persone che hanno una grandissima esperienza nel campo della Superbike e questo penso che ci possa far crescere ulteriormente”.

Luigi Dall’Igna non esita a fissare obiettivi ambiziosi per il Mondiale 2016 che prenderà il via a fine mese in Australia: “Abbiamo fatto una seconda parte di stagione da veri protagonisti, oltre agli ultimi test in cui ci siamo rivelati molto competitivi e questo ci permette di pensare a un 2016 davvero roseo – ha detto il manager Ducati come riportato da Motorsport.com -. Questo potrebbe permetterci di cogliere quei risultati che Ducati e Aruba devono avere, che è quello di vincere il campionato del mondo. Sarà sicuramente difficile, perché i nostri avversari sono sicuramente molto competitivi. Ma credo che abbiamo tutte le carte in regola per poterlo fare”.