MotoGP, Valentino Rossi: “Dubbi sulla Yamaha da utilizzare”

Valentino Rossi (© Getty Images)
Valentino Rossi (© Getty Images)

Valentino Rossi ha lasciato Sepang, sede dei primi test ufficiali MotoGP 2016, con del moderato ottimismo e con la consapevolezza di dover fare ancora tanto lavoro per poter recuperare il gap che lo separa dal compagno-rivale Jorge Lorenzo.

Lo spagnolo campione del mondo in carica ha rifilato quasi un secondo al Dottore, il quale si trova già a rincorrere da lontano anche se almeno può dire di essere messo meglio di Honda e Ducati. Ma questo non basta per uno che vuole lottare ancora per vincere il titolo iridato.

Nel corso dei test in Malesia sono state provate diverse soluzioni, tra queste l’introduzione delle alette aerodinamiche sulla Yamaha. In merito Valentino Rossi si è così espresso: “Non ho notato differenze con loro – riporta As.com -. Preferisco la mota senza ali, è anche più bella”. Bocciato quindi l’esperimento, che comunque potrebbe essere riproposto nei prossimi test di Phillip Island (17-18-19 febbraio) per vedere se in un altro circuito possono incidere in qualche maniera.

Il pilota pesarese dovrà anche decidere quale delle due Yamaha utilizzare tra quella più simile alla moto 2015 e quella in versione 2016: “Il punto interrogativo rimane sulla moto, riguarda la versione del 2015 o del 2016.  Proveremo di nuovo a Phillip Island, in quanto la moto 2016 ha funzionato molto bene alla fine del test a Sepang”. La decisione è molto delicata e fondamentale per il futuro.

Nel campionato MotoGP 2016 le novità più di rilievo sono il passaggio dalle gomme Bridgestone alle Michelin e l’adozione da parte di tutti i team della centralina unica Magneti Marelli. Valentino Rossi sembra soddisfatto per il momento: “I nostri ingegneri hanno fatto un ottimo lavoro con l’elettronica e la gomma anteriore Michelin, così abbiamo potuto dire che è stato un buon test”. I progressi da fare sono comunque tanti, soprattutto sulla moto del nove volte campione del mondo.