MotoGP, Jorge Lorenzo: “La Yamaha preferisce Valentino Rossi”

Jorge Lorenzo (© Getty Images)
Jorge Lorenzo (© Getty Images)

 

Il campione del mondo in carica della MotoGP Jorge Lorenzo resiste alle avances della Ducati, pur essendo consapevole che tra lui e il Dottore, la Casa dei tre Diapason preferisce nettamente quest’ultimo. “La Yamaha preferisce Rossi – dice – , ma io voglio restare”. E non senza avanzare qualche richiesta al team giapponese: “Ora è importante che valutino cosa ho dato io. Dopo il titolo di Valentino nel 2009 sono stato l’unico a vincere con loro…”.

 

L’eterno confronto

Chi segue la MotoGP sa bene che la Ducati sta facendo di tutto per strappare Jorge Lorenzo al team Yamaha. Peccato (per la Casa Bolognese) che, almeno per ora, il maiorchino pensa solo a rimanere. “Anche nei momenti più difficili ho detto che il mio sogno era di ritirarmi qui – ha detto il campione iridato 2015 della classe regina a Motorsport.com – . Oltretutto penso che sia possibile diventare il pilota più vincente con questa squadra. Ora è importante che anche loro valutino cosa ho dato io. Dopo il titolo di Valentino nel 2009 sono stato l’unico a vince con Yamaha”.

Lo spagnolo non è infastidito più di tanto (almeno all’apparenza) dalla maggiore “visibilità”, intesa in senso lato, di cui gode il suo team mate. “Non mi sono mai preoccupato del fatto che Rossi fosse più vicino ai media e con più fotografi attorno – ammette Lorenzo – . E credo che sia normale che la Yamaha preferisca che sia lui a vincere a causa della sua popolarità, perché così venderebbe più moto. A me interessa solo avere lo stesso materiale perché credo nelle mie abilità e so che con queste regole farei bene. Finora sono sempre stato supportato al massimo”.

Dopo il titolo vinto lo scorso novembre a Valencia, però, non tutti nella sua squadra erano contenti… “E’ vero che una parte era un po’ delusa – riconosce il maiorchino – , alcuni sono stati un po’ freddi, ma credo sia stata la conseguenza di quello che è successo a Sepang”.

Detto questo, il rispetto per il Rossi pilota è fuori discussione. “Sembra impossibile che Valentino possa essere in grado di correre a questi livelli alla sua età – rimarca Lorenzo – . Se dovesse continuare così potrebbe rinnovare per un altro paio di stagioni”.

E chi insinua che lo spagnolo abbia posto un “veto” alla sua permanenza si sbaglia di grosso: “Non l’ho mai fatto, né con lui, né con altri, anche quando avevo la possibilità. Credo che Valentino sia un valore aggiunto per il marchio, in pista e fuori”, conclude Lorenzo.