False notizie su Michael Schumacher, la bufala invade Facebook

Michael Schumacher
Michael Schumacher (©getty images)

Michael Schumacher resta in bilico tra la vita e la morte e mancano comunicati ufficiali ormai da mesi. Nei giorni scorsi uno scherzo di pessimo gusto ha fatto il giro del web annunciando il risveglio miracoloso del campione. La rivista economica ‘Bilanz’ invece gli fa i conti in tasca…

Solo alcuni giorni fa Luca Cordero di Montezemolo aveva annunciato di non avere buone notizie sulle condizioni di Michael Schumacher, un punto di vista assai affidabile considerato che l’ex presidente della Ferrari è tra i pochi ad avere un filo diretto con la famiglia del campione. Ma qualche bontempone di poco gusto è riuscito a far veicolare in maniera capillare l’annuncio a sorpresa che riportiamo per ‘dovere di cronaca’.

Michael Schumacher dopo più di due anni da quel terribile incidente, si risveglia dal coma, e tra o stupore e la commozione di parenti e amici pronuncia le sue prime parole. Michael rivela di aver visto il paradiso, di averci osservato da un mondo parallelo ultraterreno dove aveva trovato la pace e la serenità che in tutti questi anni passati tra gli uomini erano venute meno. Schumi lascia tutti sotto shock, confessa che la vita ultraterrena esiste ed è qualcosa di indescrivibile, adesso vuole dedicarsi completamente e interamente a fare del bene e inizierà donando tutta la sua fortuna in beneficenza”. Un post che si commenta da sè.

Ma intanto in terra spagnola qualcuno ha quantificato la sua fortuna. Secondo ‘Bilanz’ la famiglia del campione di Formula 1 spenderebbe 140.000 euro a settimana per l’assistenza medica e avrebbe a disposizione un patrimonio di 700 milioni di euro, classificandosi come la seconda celebrità del Circus più ricche della Svizzera. Davanti a lui ci sarebbe solo Bernie Ecclestone con un patrimonio stimato di 2,8 miliardi di euro.

Nella villa sul Lago di Ginevra ogni giorno circolerebbe un team di circa 15 persone per assistere Schumacher. Dopo l’incidente sugli sci molti sponsor hanno deciso di abbandonarlo ma restano in piedi i contratti pubblicitari con Mercedes Benz e la società finanziaria tedesca DVAG. Secondo la classifica tracciata da ‘Bilanz’ Toto Wolff avrebbe un capitale di ben 350 milioni di euro ottenuti grazie a diversi investimenti andati a buon fine.