Audi gialla, via ai posti di blocco sull’A4

(foto archivio)
(foto archivio)

 

E’ ancora lotta senza quartiere ai banditi dell’Audi gialla. Dopo il recente “avvistamento” dei malviventi al volante di una Bmw nera, le forze dell’ordine hanno deciso di inasprire i controlli con una serie di posti di blocco in A4.

 

La banda nel mirino

La caccia ai banditi dell’Audi gialla va avanti con ancora più determinazione, ora che è scattato lo stato di massima allerta su strade e autostrade del Nord del Paese. Le forze dell’ordine stanno cercando con ogni mezzo l’automobile sulla quale si potrebbe spostare adesso la cosiddetta “banda dei bolidi”, dopo essere stata costretta ad abbandonare la Bmw nera recuperata dalla polizia sabato notte a Sommacampagna, nel Veronese.

Gli investigatori non hanno ancora scartato l’ipotesi che i malviventi possano essere gli stessi che per giorni e giorni hanno seminato il panico sulle strade del Nordest al volante della famigerata Audi gialla. Ipotesi che, tuttavia, è stata definita “remota”. Per avere la certezza matematica che la pista sia quella giusta bisognerà attendere gli esiti degli esami condotti a bordo delle due fuoriserie dai carabinieri del Ris e dagli agenti della polizia scientifica.

Nel frattempo, la banda criminale potrebbe comparire di nuovo sulle strade vicentine. Proprio per questo motivo Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza hanno intensificato i controlli, soprattutto in A4 e in A31, durante le ore serali e notturne. L’ordine impartito dai vertici alle pattuglie sul territorio è di fermare qualsiasi auto sospetta. Resta da vedere se la misura sia sufficiente per mettere le mani su un gruppo di “banditi” che si sta dimostrando molto più abile di quanto inizialmente avesse lasciato pensare.