MotoGP, Lucio Cecchinello: “Nessun problema con Michelin”

Lucio Cecchinello (Getty Images)
Lucio Cecchinello (Getty Images)

Lucio Cecchinello dal 2006 ha un suo team in MotoGP, l’LCR, ed è stato lui a lanciare Casey Stoner nella classe regina del Motomondiale. Per il campionato 2016 punterà ancora sul Cal Crutchlow, sperando che l’inglese si dimostri più costante ed eviti le troppe cadute che hanno compromesso diversi buoni risultati potenziali.

L’ex pilota in un’intervista a Speedweek.com ha parlato delle nuove gomme Michelin e di quanto accaduto a Loris Baz nei recenti test di Sepang, in Malesia: “Con Cal abbiamo usato la morbida per 30 giri senza problemi. Ripeto: trenta giri. Tutti gli altri piloti hanno guidato fino a questo incidente di Baz con la gomma posteriore morbida. E’ molto strano quello che è successo con Baz martedì. Devo dire che la pressione dei pneumatici può aver giocato un ruolo. Forse era un po ‘al di sotto del limite prescritto di 1,5 bar, che prescrivono i tecnici Michelin. E si deve anche considerare che Loris Baz è uno dei piloti più pesanti in campo, perché è grande 193 centimetri “.

Lucio Cecchinello ha poi così proseguito il suo discorso: “Forse un pneumatico posteriore più resistente al calore deve essere costruito per evitare tali situazioni estreme in futuro e darci maggiore sicurezza. Voglio ricordare che anche le ultime gomme Bridgestone posteriori sono esplose. E guardiamo quanti pneumatici in F1 ogni anno esplodono”. Il manager del team LCR è dunque fiducioso per il futuro. E’ convinto che Michelin risolverà ogni problema e che casi come quello di Loris Baz difficilmente si ripeteranno. E’ d’obbligo dare maggiore sicurezza ai piloti.