Novità in MotoGP: fumata bianca dalla Commissione Grand Prix

Partenza MotoGP
(©Getty Images)

La MotoGP si rinnova ancora dopo l’ingresso delle gomme Michelin e della centralina unica Magneti Marelli. La Commissione Grand Prix ha preso decisioni importanti sulla Direzione Gara, l’elettronica in MotoGP e le componenti Quickshift in Moto2, come anticipato da Vito Ippolito qualche settimana fa.

Fumata bianca dalla riunione tenutasi il 4 febbraio a Ginevra tra Carmelo Ezpeleta (AD Dorna), Ignacio Verneda (CEO FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA) alla presenza di Vito Ippolito (Presidente FIM), Javier Alonso (Dorna) e Mike Trimby (IRTA, segretario della riunione).

 

Direzione Gara e Commissari

Il primo ordine del giorno riguardava la Direzione Gara e i commissari, un sistema ‘operativo’ che dopo quanto successo in Malesia nel 2015 richiedeva un affinamento e una miglior distribuzione di compiti e responsabilità. Come si legge sul sito ufficiale Motogp.com “la composizione della Direzione Gara rimarrà invariata con tre membri; Mike Webb (direttore di gara), Franco Uncini (FIM) e Javier Alonso (Dorna). Tuttavia ci sarà un nuovo incarico affidato a Graham Webber in qualità di vice direttore di gara che farà le veci del direttore quando questi sarà occupato”.

Il principale organo responsabile resta la Direzione Gara, ma “la competenza della Direzione di Gara per quanto riguarda l’applicazione di sanzioni e penalità sarà limitata a quei comportamenti in contrasto con il regolamento e essere considerati di fatto indiscutibili. Tali misure devono includere ad esempio infrazioni come l’eccesso di velocità nella corsia dei box, il sorpasso con bandiere gialle, etc. Tutte le altre questioni che richiedono ulteriori analisi, comprese le eventuali azioni di guida pericolosa, saranno esaminate dai commissari sportivi esclusivamente competenti nell’infliggere eventuali sanzioni e penalità. I commissari avranno anche competenza sui ricorsi e la ricezione di eventuali reclami”.

“L’organo sarà composto da tre membri: Mike Webb e altri due nominati dalla FIM. Mike Webb sarà responsabile del coordinamento delle attività dei commissari sportivi, del mantenimento di registri e di comunicare le decisioni. In futuro, le eventuali sanzioni imposte dalla Direzione di Gara o dai commissari sportivi saranno comunicate alla scuderia interessata mediante un sistema protetto di posta elettronica con la conferma automatizzata dell’avvenuta lettura del messaggio. Le sanzioni confermate saranno visualizzate anche su il monitor di cronometraggio e comunicate ai media”.

 

Obblighi promozionali

Novità in vista anche per i piloti che dovranno rispettare gli obblighi promozionali, “come il presenziare alle attività promozionali. Tali obblighi comprendono quello di partecipare a sessioni per la firma degli autografi, alle conferenze stampa, ai giri parata, ecc. Il mancato rispetto di questi obblighi può adesso comportare sanzioni sportive in aggiunta alle sanzioni pecuniarie contenute negli accordi di partecipazione”.

 

Elettronica e gomme

Anche l’elettronica in classe MotoGP subisce delle modifiche: “È stata approvata la procedura che consente al direttore tecnico di controllare i canali di manutenzione specifici sul datalogger interno e l’elenco preciso dei canali obbligatori a disposizione. È stata approvata anche la procedura di omologazione per i sensori acquisiti da fornitori terzi nonché quella dai costruttori. Pressione minima pneumatici classe MotoGP. La normativa vigente in materia è stata rafforzata permettendo al direttore tecnico e il suo staff, assistito dai tecnici del fornitore ufficiale di pneumatici, di verificare che le pressioni minime delle gomme siano rispettate”. Quindi il personale della Michelin è da oggi in poi autorizzato a constatare in qualsiasi momento la pressione degli pneumatici.